Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

agenzia

Tar sentenzia, niente galli nel pollaio, disturbano i vicini

Residente aveva denunciato 'cantano 15 ore al giorno'

Di Redazione |

VENEZIA, 25 GIU – Niente galli nell’aia a ridosso delle abitazioni. D’ora in poi in un pollaio in zona urbana a Mestre potranno razzolare solo galline, non più di 50. Ad escludere la presenza di galli, fosse anche solo uno, è stata prima una decisione dell’Ulss 3 Serenissima, poi del Comune di Venezia e infine, a chiudere la questione, come riporta il Gazzettino, il Tar del Veneto. Una decisione, come scrivono i giudici, “al fine di ridurre per quanto possibile il disturbo degli abitanti delle case vicine” esasperati da 15 ore di canto ininterrotto. Lo scorso dicembre un residente aveva chiesto al Comune l’autorizzazione alla detenzione del pollame, gallo compreso, per l’autoconsumo familiare. L’iniziativa non è piaciuta ai vicini che già il giorno successivo hanno presentato un esposto lamentando problemi igienici e i rumori del pollaio, “un continuo fastidio fisico-psicologico – ha scritto il detrattore del gallo – configurandone un danno biologico”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: