Notizie Locali


SEZIONI
Catania 23°

Messina

Tutti i Fiorello a Taormina per “Picciridda”

Di Saro Laganà |

Taormina (Messina) – Tennis, granite e buona cucina siciliana: sono questi gli “ingredienti” scelti da Fiorello per la sua tradizionale vacanza a Taormina. Da anni, il popolare showman trascorre nella capitale isolana del turismo un periodo di relax (solitamente nel mese di luglio) per rigenerarsi e poi ripartire con la grinta di sempre.

Alla soglia dei 60 anni (li festeggerà il 16 maggio dell’anno prossimo), Fiorello ha una marcia in più e si vede. Un Toro di segno e di fatto. A Taormina ha diversi amici e, ogni estate, va a trovarli puntualmente. Mario Quattrocchi, Saretto Bambara e Antonio Chemi. Con Mario Quattrocchi, maestro federale di tennis, c’è un’amicizia particolare. Ogni giorno i due prendono il caffè insieme, discutono del più e del meno e poi sotto per un’ora a giocare nei campetti in terra rossa del Taormina Sporting club, immersi nel polmone verde del Parco Trevelyan. “Fiore” non risparmia energie: è lui che “passa” il campo prima di ogni partitella. A fine match, si intrattiene qualche minuto con i soci del circolo regalando a tutti battute e freddure. Poi, via di corsa con lo scooter in hotel per una bella doccia.

L’anno scorso, di questi tempi, Quattrocchi e Fiorello, nel club di via Bagnoli Croce, avevano girato insieme un video di 20 secondi con un saluto in dialetto pugliese all’amico Uccio De Santis. Nel filmato (che solo su Facebook ha superato le 600mila visualizzazioni) entrambi facevano gli auguri al comico barese in vista dello spettacolo “Vi racconto il mio Mudù” andato poi in scena al Teatro Antico di Taormina davanti ad oltre 4.000 spettatori.

Tra gli appuntamenti quotidiani di Fiorello c’è quello immancabile con la granita da Saretto Bambara. Al “Bam Bar” le risate (oltre alle granite) sono per tutti i gusti. Molti dei personaggi famosi che frequentano il bar sono “raccomandati”. «Mi manda Fiorello», infatti, è la parola d’ordine dei vip che vogliono assaggiare per la prima volta questa specialità taorminese. Qualche anno fa, Rosario si mise per scherzo dietro il bancone a servire granite. Una signora lo guardò perplessa e gli disse: «Lei assomiglia molto a Fiorello». E lo showman: «Sì, me lo dicono tutti». Al Ristorante “La Botte” Fiore è ormai di casa grazie alla decennale amicizia con Antonio Chemi. L’altro ieri sera Rosario è stato qui a mangiare una pizza insieme con mamma Sara e il fratello Beppe. Lo showman, che di solito assaggia volentieri piatti a base di pesce, stavolta ha ordinato una focaccia semplice. Beppe ha invece preso una pizza con pomodorini, mozzarella, acciughe e olive. Domani i riflettori saranno tutti puntati su Catena Fiorello: alle 18, al Palazzo dei congressi, infatti, verrà proiettato “Picciridda” nell’ambito del Taormina Film Fest.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati