Notizie Locali


SEZIONI
Catania 30°

Mondo

Covid, anche a Hong Kong da domani via le restrizioni più dure

Restano mascherine in pubblico. 'Vaccinati anche con mRna'

Di Redazione |

ROMA, 28 DIC – Hong Kong si allinea alle nuove regole della Cina continentale e da domani abbandona gran parte delle restrizioni anti-Covid: passa così da città con le restrizioni più dure al mondo, alla semi-liberta. La Bbc riferisce che tra 24 ore chi arriva in città non dovrà più sottoporsi al test molecolare obbligatorio. Anche il sistema del pass per i vaccini verrà abolito, resta invece la regola delle mascherine obbligatorie nei luoghi pubblici. E da domani è stop anche per la norma che limitava a 12 il numero di persone autorizzate a riunirsi all’aperto. Il leader di Hong Kong John Lee ha citato gli alti tassi di vaccinazione come uno dei motivi per revocare le restrizioni: il 93% della popolazione ha ricevuto due vaccini, mentre oltre l’83% ne ha ricevuti tre. A differenza della Cina continentale, che ha sviluppato i propri vaccini, Hong Kong ha utilizzato anche i vaccini a mRNA che si sono dimostrati più efficaci. “Hong Kong ha una quantità sufficiente di medicine per combattere il Covid e gli operatori sanitari hanno acquisito una ricca esperienza nell’affrontare la pandemia”, ha detto Lee. E ha aggiunto che invece del pass vaccinale, la città adotterà “misure più mirate”, inclusa la promozione della vaccinazione per anziani e bambini. Secondo i numeri ufficiali circa 11.000 persone sono morte per Covid a Hong Kong su oltre 2,5 milioni di casi.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA