Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Budapest, su stato diritto e fondi contestazioni Ue illegittime

Varga, 'meccanismo condizionalità è su soldi non ancora dati'

Di Redazione

BRUXELLES, 12 APR - "La mia domanda è la seguente: se l'Ungheria non ha ancora ricevuto denaro da questi nuovi fondi o dal nuovo quadro finanziario come potrebbe essere in violazione nello spenderli contrariamente alla regole?" Lo ha detto la ministra della giustizia ungherese Judit Varga arrivando al Consiglio affari generali a Lussemburgo in merito alla annunciata notifica della Commissione Ue all'Ungheria sul meccanismo di condizionalità dei fondi Ue al rispetto dello stato di diritto. "L'accordo dei capi di Stato e anche quello del presidente della Commissione del dicembre 2020", afferma Varega, ha "accettato in modo chiaro" che questo meccanismo di condizionalità "sia applicabile solo per quanto riguarda il nuovo quadro finanziario pluriennale". "Quindi secondo noi è illegale", "ma naturalmente aspettiamo la lettera di notifica e non appena la riceveremo replicheremo".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA