Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Il Comune lancia “Catania pass” prima card integrata per i turisti

In vista della festa di Sant'Agata arriva la prima carta che a un prezzo modico consente la visita ai musei convenzionati e l'uso dei mezzi pubblici, bus, metropolitana e Alibus. In regalo anche una mappa
Di Pinella Leocata

CATANIA - Un regalo in vista della «festa». Da ieri i turisti che arrivano in città possono usufruire del «Catania pass», la carta che, ad un costo modico, consente la visita ai musei convenzionati e l'uso illimitato dei mezzi pubblici, bus, metropolitana e Alibus. Una «card», proposta in un formato elegante, che include anche la mappa del centro storico di città con i principali monumenti e i siti archeologici in bella evidenza, messi in relazione attraverso un doppio percorso, a piedi e in bus, per chi voglia andare alla scoperta della Catania storica e di quella più moderna con le sue peculiarità, caratteristiche e con i suoi posti tipici.   Il «Catania pass» è stato presentato ieri nella solenne cornice di Castello Ursino dal sindaco e dall'assessore alla Cultura Orazio Licandro, legittimamente soddisfatti per essere riusciti ad anticipare l'avvio di questo strumento per la Festa di Sant'Agata che richiama in città tanti visitatori e turisti da ogni parte d'Italia e non solo. E non è un caso se la prima «card», assegnata ai primi turisti che ieri mattina hanno varcato il portone di Castello Ursino, sia andata a due videomaker - Natalie Sourin e Stefano Puttin - arrivati in mattinata da Milano proprio per riprendere i vari aspetti della festa.   L'assessore Licandro spiega che la «card» dà diritto d'accesso ai musei comunali (Castello Ursino, Greco e Belliniano) e al museo diocesano, terme Achelliane incluse, e che, avendo aderito al progetto anche l'Università, nella rete presto entreranno anche il monastero dei Benedettini, l'Orto Botanico e tanti altri siti. Spiega che è stato stretto un accordo con le associazioni delle guide turistiche nazionali e regionali e con operatori culturali e commerciali disponibili ad attuare sconti a chi esibirà il «Catania pass» nei propri esercizi. Ringrazia per la collaborazione l'Amt e la Ryanair con la quale il Comune ha stretto un accordo per la promozione e la vendita della «card» nei vari aeroporti.   E il sindaco si dice felice che «Catania, che non aveva mai coltivato la sua vocazione turistica», cominci a farlo potendo contare sulle magnifiche tracce del suo passato greco, romano, normanno, svevo e barocco, e sulla sua posizione strategica, a pochi chilometri di distanza da siti turistici di grande attrattività, a partire dall'Etna. Sottolinea, inoltre, che, nell'attuale fase di grave crisi economica, il turismo è il settore che può più rapidamente offrire occasioni di lavoro ai giovani e ai disoccupati. Proprio per questo «è importante la coralità dell'impegno per realizzare questa Card».   Il «Catania pass» costa, per una persona, 12,50 euro per una giornata; 16,50 euro per 3 giorni; 20 euro per 5 giorni. Per una famiglia, composta da due adulti con uno o due bambini al di sotto dei 13 anni, costa 23 euro per un giorno; 30,50 euro per 3 giorni; e 38 euro per 5 giorni.   TUTTI I DETTAGLI SU “LA SICILIA” IN EDICOLA  

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: