Notizie locali
Pubblicità

Catania

Mascali, maestro di arti marziali coltivava cannabis: arrestato

Di Mario Previtera

Mascali (Catania) - Mascali continua a confermarsi crocevia dello smercio di sostanze stupefacenti. Prosegue senza sosta l’attività operativa dei carabinieri della locale Stazione con il sequestro di ingenti quantitativi di marijuana. I militari dell’Arma, coadiuvati dal nucleo Cinofili Nicolosi, con l’impiego del cane “Zero”, hanno tratto in arresto, nella fragranza, un maestro di arti marziali incensurato di 33 anni nella cui abitazione deteneva svariate piantine di marijuana.

Pubblicità

Al termine di una mirata perquisizione domiciliare nell’appartamento e nel garage sono state trovate 9 piante di “cannabis indica” che avevano raggiunto l’altezza di circa un metro, complete di inflorescenze; rinvenuti attrezzi per coltivazione, nonché 20 grammi di marijuana: tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro. Il 33enne, accusato di coltivazione e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, al termine degli adempimenti di rito è stato tradotto nel carcere di piazza Lanza a Catania. Come dicevamo, si tratta dell’ennesima attività antidroga messa a segno di carabinieri a Mascali che ha portato, nei giorni scorsi, al fermo di un corriere, sulla cui auto trasportava un sacco in plastica contenente 2 chili di marijuana e alla scoperta di un panificio, aperto al pubblico da pochi mesi, che, in realtà, era solo un paravento. Al termine di un blitz nell’esercizio commerciale, in pieno centro a Mascali, i carabinieri, ispezionando il retro della bottega alimentare, hanno rinvenuto diversi involucri di marijuana, per un totale di kg, 2,600 nonché bilancini di precisione per il confezionamento al minuto delle dosi. In manette il titolare della panetteria e il nipote di quest’ultimo, dediti all’attività di spaccio.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA