Notizie locali
Pubblicità
Catania: limitazioni senza vigilanza

Lo dico

Catania: limitazioni senza vigilanza

Di Nome Cognome

Vi scrivo in merito alla nuova zona rossa che impone, a tutta la Sicilia, restrizioni, limitazioni e chiusure. Stamane, come testimoniano le foto che allego, la circolazione stradale e non solo quella è stata ingente. Non ho trovato lungo il tragitto casa/lavoro, nessun blocco delle forze dell'ordine per verificare l'abbondante spostamento giustificato di veicoli e di persone. E' molto facile fare proclami ed emettere "editti" di blocchi e limitazioni varie e nel contempo far si che nessuno vigili. Queste ordinanze non fanno altro che danneggiare economicamente e quasi irrimediabilmente, molte attività; tutte le altre restano zona franca, come zona franca sono diventate alcune scuole aperte, tutti gli spostamenti a qualsiasi ora del giorno e della notte, le uscite in bici, le corsette e le passeggiate lontano dalla propria residenza, etc etc.(vedi l'enorme circolazione di persone di domenica 17/01). Il Presidente Musumeci dovrebbe prima uscire dal proprio castello, fare una bella passeggiata in giro e poi, dopo un attento esame di coscienza, evitare di emettere ordinanze più restrittive rispetto a quelle emanate dal Governo centrale, solo per mania di protagonismo(non vedo altra giustificazione). Facciano invece Lui e gli altri organi preposti, vigilare e far rispettare a tutti le restrizioni imposte per il "bene sociale". Questo è ciò che appare. Questo è ciò che vedo. Questo è ciò che vivo. E su questa vicenda non ho altro da aggiungere.

Pubblicità

F.to Roberto Coco

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: