Notizie locali
Pubblicità

Catania

Viale De Gasperi, dopo 11 anni i lavori per l'incompiuta storica catanese

Di Cesare La Marca
Pubblicità

L’appalto riguarderà dunque la fornitura e la collocazione del viadotto di un centinaio di metri sopra i piloni che porteranno l’asse sopraelevato a sboccare sul viale Ulisse, e ci sarà anche da asfaltare il tratto precedente a quello in sopraelevata, che è ancora una sciara da livellare e bonificare alle spalle del Santuario di Ognina, e poi da completare una serie di rifiniture, dalla pavimentazione ai guardrail, oltre all’illuminazione pubblica della nuova strada. E poi si dovrà ultimare con asfaltatura e guard rail il ponte di via Acireale, dove l’area sottostante è assediata dal degrado, anch’esso parte di questa infrastruttura incompiuta. Qui c’è, tra l’altro, da mettere in sicurezza e demolire un rudere divenuto ricettacolo di rifiuti, oltre che “riparo” per attività illegali.

Il nuovo asse dalla rotatoria del Rotolo al viale Ulisse dovrà a regime integrarsi con la viabilità ancora da definire di via Fiume e col cavalcaferrovia che nell’ambito dei lavori delle Ferrovie ha eliminato una vecchia “barriera” del quartiere tra Picanello e Ognina, a monte e a valle della nuova stazione e del raddoppio dei binari.

L’appalto del tratto “Rotolo-Ognina” del viale De Gasperi, per un importo complessivo di poco superiore a 1,8 milioni, di cui quasi 1,2 destinati ai lavori a base d’asta, è stato aggiudicato con un ribasso del 27,7091% per un importo contrattuale di poco superiore a 867mila euro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: