Notizie Locali


SEZIONI
Catania 11°

NEWSLETTER

La pandemia avvolge tutta l’Europa

Di Redazione |

La pandemia avvolge tutta l’Europa: la mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie la disegna tutta in zona rossa, tranne per Italia e Spagna segnate in giallo. Ma anche nel nostro Paese la situazione va comunque tenuta sotto costante controllo, anche alla luce dei contagi, cresciuti in una settimana del 25,1%. Secondo i dati Gimbe, aumenta la pressione anche sugli ospedali che segnano +13,7% di ricoveri in reparto e +22% di ricoveri in terapia intensiva. Il quadro in Sicilia:  nella settimana 24-30 novembre aumento dei nuovi casi (20,5%) rispetto alla settimana precedente. Sotto soglia di saturazione i posti letto in area medica (9%) e in terapia intensiva (5%) occupati da pazienti Covid-19.  Dal 16 dicembre vaccini anche per i bambini di 5-11 anni: entro il mese la struttura del commissariale ha programmato la distribuzione di una prima tranche di 1,5 milioni di dosi pediatriche di Pfizer.   In un’intervista al nostro giornale, l’ex ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, accusa: “S’è puntato soltanto sui vaccini, tralasciati distanziamento e mascherine, l’inversione a U sulla Dad ha confuso le famiglie”. 


Il 47% delle risorse destinate al taglio delle tasse in manovra andranno ai redditi più bassi. E secondo il segretario generale della Cisl, Luigi Sbarra, altri 500 milioni andranno al taglio del caro bollette. ma Landini si dice insoddisfatto e per la Lega sono ancora pochi. La legge di Bilancio è previsto venga esaminata dall’Aula della Camera dal 21 dicembre sempre che il Senato la trasmetta a Montecitorio secondo il calendario. Il governo è ancora al lavoro per far fronte al caro bollette.


Potrebbe venire dalla “rilettura” dei necrologi pubblicati su La Sicilia del 15 dicembre 1979 la soluzione del giallo dei resti umani ritrovati all’interno di una grotta sull’Etna, in territorio di Zafferana. Accanto allo scheletro è stato rinvenuta infatti proprio quella pagina del nostro giornale, con gli annunci funebri riguardanti undici 11 persone, nessuna delle quali però rimanda a chissà quale caso.


Sembra esserci una faida tra famiglie di caminanti dietro il ferimento, avvenuto a Noto mercoledì, di un ragazzo di 17 anni, raggiunto da un colpo di pistola alla testa. I carabinieri hanno visionato le immagini degli impianti di videosorveglianza della zona scoprendo che prima dell’agguato si era verificata una lite tra due gruppi. Il giovane, secondo una prima ipotesi, sarebbe salito in auto con i familiari ed un altro ragazzo avrebbe esploso più colpi di pistola, uno dei quali ha colpito il minore alla testa. 


La Corte Costituzionale ha dichiarato “non fondate le questioni di legittimità” che era state sollevate, il 5 dicembre del 2020, dal Tribunale civile di Catania sull'applicazione della legge Severino. L’intervento della Consulta era stato sollecitato al giudice civile dalla difesa di Salvo Pogliese che era stato sospeso dall’incarico di sindaco per 18 mesi dopo essere stato condanna a quattro anni e tre mesi per peculato dal Tribunale di Palermo per l’uso di rimborsi spese quando era capogruppo all’Ars del Pdl. Adesso toccherà al Tribunale decidere sulla “tempistica” della sospensione, in parte già scontata da Pogliese.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA