Notizie Locali


SEZIONI
Catania 14°

lo spettacolo

“Evolution Dance Theater Blu Infinito”  al teatro Al Massimo di Palermo

Di Salvo Barbasso |

Da oltre dieci anni repliche in tutto il mondo dal Brasile alla  Cina, a Israele, Germania,  Svizzera, Spagna, un  mix tra danza, acrobatismo, magia ed illusione per uno spettacolo straordinario che ha già riscosso un successo strepitoso in tutto il mondo.  È "Evolution Dance Theater Blu infinito", che debutterà al teatro  "Al Massimo" di Palermo il 6 maggio prossimo alle 21.15 e si replica sabato alle 17.15 e 21.15 e domenica 8, mercoledì 11 e giovedì 12 alle 15.15, venerdì 13 alle 21.15 sabato alle 17.15 e 21.15 e si chiuderà domenica alle 17.15. Evolution dance theater è la fusione perfetta di discipline diverse che crea uno spettacolo con uno straordinario impatto visivo. Giochi di laser e specchi, riflessi, rifrazioni, schermi chimici che reagiscono e catturano la luce, creano mondi in cui le ombre dei danzatori si muovono e comunicano. È fantasioso il linguaggio dello statunitense Anthony Heinl, direttore artistico e fondatore dell’Evolution Dance Theater.  “Blu infinito” con il pretesto di seguire il viaggio dell’acqua, regala sortilegi visuali e incantamenti. Immagini che sono restituite dai danzatori, ginnasti, illusionisti, contorsionisti e atleti dell’Evolution Dance Theater, che fondendo le loro discipline fra teatro fisico e danza, e avvalendosi di illuminazione e scenotecnica innovative, conquistano da oltre dieci anni le platee italiane e internazionali. L' uso della tecnologia e il suo costante dialogo con la performance dei poliedrici artisti del gruppo (danzatori, ginnasti, illusionisti, contorsionisti, atleti) è uno degli elementi distintivi di Evolution dance theater.  Giochi di laser e specchi, riflessi, rifrazioni, schermi chimici che reagiscono e catturano la luce, creano mondi in cui le ombre dei danzatori, illusioni ottiche, effetti speciali, ombre colorate,  performance antigravitazionali, strutture telescopiche e l'incredibile tecnologia del Light Wall, uno schermo interattivo sviluppato dal coreografo, che grazie ai suoi studi in chimica e fisica è da sempre alla ricerca del perfetto connubio tra arte, scienza e tecnologia.                                             

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA