Notizie locali
Pubblicità

Spettacoli

Panariello : «Racconto la mia favola per riportare il sorriso fra la gente»

Decise le date a Catania, Palermo e Barcellona Pozzo di Gotto

Di Salvo Barbasso

Ritroveremo Merigo, il barcollante ciclista da osteria. Rivedremo Mario, il bagnino fuori stagione, solo per citare alcuni dei tanti volti che abbiamo imparato a conoscere nel tempo. Conosceremo altri personaggi improbabili ispirati a personaggi di attualità. Soprattutto ritroveremo il suo celeberrimo “one-man show”, in uno spettacolo che in un certo senso è un omaggio ai suoi ultimi 20 anni di carriera. Un viaggio quello di Giorgio Panariello che, toccherà la Sicilia l’11 febbraio al teatro Golden di Palermo, il 12 al Metropolitan di Catania, il 14 a Barcellona Pozzo di Gotto, le date sono organizzate da Puntoeacapo di Nuccio La Ferlita.

Pubblicità

Con “La favola mia” il comico toscano promette risate, un pizzico di irriverenza, temi attuali e grandi classici: ingredienti di uno spettacolo che s’ispira a storie del suo vissuto, dentro e fuori teatro, cinema e televisione. Regaleremo due ore di risate e spensieratezza - spiega Panariello -facendo quello che il teatro sa e deve fare: portare il pubblico a staccare la testa dai problemi del quotidiano. Un modo come un altro per dire che la vita va avanti”. La favola mia” è anche un modo per raccontarsi. “I riferimenti sono tanti, a partire dall’immagine di quel bambino della Versilia che viveva coi nonni e che a scuola si divertiva a far finta di firmare autografi. Come se avessi già da allora percepito qualcosa di quello che sarebbe stato. È una favola con tutti i personaggi e con tanto di lupo cattivo che sono le vicende difficili con cui ciascuno di noi deve fare i conti. Non mancheranno riferimenti musicali e scenici a Renato Zero.

E poi i nuovi personaggi ispirati all’attualità. Ad esempio, il padre di Greta Thunberg, costretto a convivere con una figlia che, in virtù delle giuste e sacrosante istanze ambientaliste, gli rende la vita quotidiana impossibile. Riporterò in scena personaggi classici facendo vedere una sorta di backstage delle mie caricature. E poi, c’è la politica, con un omaggio ai partiti più quotati al momento. I fan siciliani sono tanti e, fin dai tempi di “Torno sabato” le hanno sempre tributato una calorosa accoglienza “Ricordo – conclude Panariello – gli spettacoli con il tendone di “Torno sabato” come fra quelli più riusciti e più applauditi dal pubblico, tornare in Sicilia è per motivo di grande soddisfazione perché so bene che dalla parte di chi verrà trovarmi a teatro ci sarà straordinaria partecipazione”.

 



 


 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA