Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

Sport

Brescia: Cellino prosciolto per vicenda del centro sportivo

Per giudice ipotesi di 'comportamenti fraudolenti' non sussiste

Di Redazione |

BRESCIA, 30 GEN – Dopo l’annullamento del maxi sequestro da 59 milioni di euro, deciso giovedì scorso in Cassazione, il presidente del Brescia calcio Massimo Cellino incassa un altro successo davanti alla giustizia. Il giudice dell’udienza preliminare di Brescia Matteo Grimaldi lo ha infatti prosciolto, e come lui il sindaco di Torbole Casaglia e segretario provinciale della Lega Roberta Sisti, Mauro Ometto, all’epoca dell’inchiesta assessore ai Lavori pubblici dello stesso Comune, e di Fabio Vizzini, componente della commissione urbanistica fino al 31 novembre 2017, nell’ambito dell’inchiesta sull’acquisto dell’area dove è nato il centro sportivo del Brescia calcio. Secondo il sostituto procuratore Erica Battaglia, titolare del fascicolo, i quattro avevano «posto in essere atti fraudolenti, consistiti nel posticipare all’esito della procedura di vendita dell’immobile, la definizione della procedura di variante del Pgt che avrebbe dovuto modificare la destinazione d’uso del terreno in area ad uso privato”. Ipotesi che per il giudice invece non sussiste.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: