Notizie locali
Pubblicità

Sport

Il Messina s'illude a Monopoli: la capolista ribalta il risultato

Peloritani in vantaggio nel primo tempo con Adorante. Pareggio della capolista con Starita e gol partita nella ripresa di Grandolfo. Nel finale reazione sterile degli uomini di Sullo

Di Manuel Pernice

Prima l'illusione, poi la delusione. Un Messina così in difficoltà non si era mai visto. Nella peggior prestazione stagionale arriva la prima sconfitta. I peloritani sbloccano il match con l'incornata di Adorante. Ma pochi minuti dopo la capolista del girone acciuffa il pari con Starita. Nella ripresa i pugliesi passano in vantaggio con la rete di Grandolfo. Messina che si squaglia come neve al sole e non riesce più a reagire.

Pubblicità

Inizio di partita "sonnecchiante". Al 13' il Monopoli prova a "pungere" con la staffilata di Bizzotto. La sfera termina in "bocca" a Lewandowski. Il Messina risponde cinque minuti dopo sbloccando il match. Di Stefano mette un cross con il "goniometro", Adorante di testa deposita alle spalle del portiere. Poco dopo i peloritani "bussano" nuovamente in area avversaria. Ma Balde dalla distanza non inquadra lo specchio. Nel momento migliore del Messina il Monopoli acciuffa il pareggio. Al 25' Guiebre "sgomma" sulla corsia laterale, cross per Starita che con una zampata anticipa Lewandowski e deposita in rete. Insistono i pugliesi dieci minuti dopo. Starita ubriaca Celic, ma la sua conclusione è murata da Morelli. Al tramonto della prima frazione c'è un lampo giallorosso. Damian imbecca Adorante, ma Mercadente con un tackle decisivo lo anticipa.

 

 

Nella ripresa subito un cambio per il Messina. Busatto al posto del'acciaccato Balde. I peloritani partono con un piglio migliore. Ma non riescono a creare occasioni pericolose. Al 67' il Monopoli passa in vantaggio. Guiebre "ubriaca" Morelli e serve un assist al bacio per Grandolfo. L'attaccante pugliese è perso dai "radar" difensivi peloritani e fulmina Lewandowski. Messina in difficoltà, manovra sterile e poche idee. Sullo si affida al nuovo acquisto Vukusic. Ma anche il nuovo bomber croato si perde nel deserto offensivo peloritano. Nessuna reazione degna di nota e prima sconfitta stagionale.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: