Notizie Locali


SEZIONI
Catania 17°

agenzia

Belgio: procuratore, una delle vittime attacco aveva carta identità svizzera

Di Redazione |

Bruxelles, 17 ott. (Adnkronos/Ats) – Una delle vittime dell’attacco terroristico di ieri sera a Bruxelles aveva con sé una carta d’identità svizzera. Lo ha annunciato stamane il procuratore federale belga Frédéric Van Leeuw. Il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae) non ha confermato la notizia ma, senza fare esplicito riferimento alla persona con il documento elvetico, ha detto a Keystone-Ats che uno degli assassinati era domiciliato in Svizzera.

Stando a Van Leeuw, nell’attentato della capitale belga da parte di un cittadino tunisino hanno perso la vita due persone, entrambe di origine svedese. È inoltre rimasta ferita una terza persona, un tassista, anch’egli originaria del regno scandinavo. Questa persona non è più in pericolo di vita.

Tutte e tre erano a bordo di un taxi e sono state raggiunte da colpi di arma da fuoco quando sono scese. L’attacco è avvenuto a circa cinque chilometri dallo stadio di calcio di Bruxelles, dove le squadre nazionali di Belgio e Svezia si apprestavano ad affrontarsi in una partita di qualificazione ai Campionati europei.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: