Notizie locali

Gallery

I condomini al tempo del coronavirus: così si affronta la crisi

Di Redazione
Pubblicità

Amministratore di condominio ma anche psicologo e voce amica. Perché la quarantena che dura da due mesi acuisce tensioni e nervosismi tra vicini. “In questo momento così difficile per tutti è inutile fare del vittimismo- spiega Vincenzo Parisi, amministratore di condominio e di immobili da quasi trent’anni- le difficoltà sono comunque evidenti e vanno affrontate con la giusta determinazione. Sin dal primo giorno di quarantena abbiamo cercato di non interrompere i servizi primari come la pulizia e il decoro degli spazi comuni”. Che sia la fase 1 o la fase 2, per gli amministratori di condominio poco cambia: la crisi economica mette le famiglie a scelte difficili per far quadrare il proprio bilancio e, ovviamente, il pagamento della quota mensile non è in cima alla lista delle loro priorità. “ Si cerca di fare i salti mortali- prosegue Parisi- la tensione è palpabile quotidianamente soprattutto tra vicini e anche tra gli stessi componenti della medesima famiglia”.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità