home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Tenta di strangolare convivente e si giustifica: «E' caduta dalle scale»: fermato

L'uomo 29 anni aveva accompagnato la donna, 39 anni, in ospedale a Paternò dopo aver tentato di ucciderla stringendole una cintura attorno al collo

Tenta di strangolare convivente e si giustifica: «E' caduta dalle scale»: fermato

CATANIA - Avrebbe tentato di uccidere la convivente di 39 anni strangolandola con una cintura. L’avrebbe poi accompagnata in ospedale e prima di andar via avrebbe detto che la donna era caduta dalle scale. Per questo motivo i carabinieri di Belpasso (Catania) hanno fermato, con l’accusa di tentativo di omicidio, un giovane di 29 anni, F.T. I militari hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura di Catania. I fatti risalgono al 23 settembre scorso. Il fermo è avvenuto tre giorni dopo, il 26 settembre, ma è stato reso noto solamente stamane. Il 30 settembre il gip, atteso il pericolo di fuga, ha convalidato l'arresto ed il giovane è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.

Le indagini hanno preso avvio dalla segnalazione fatta ai militari dell’Arma da parte dei medici del Pronto Soccorso dell’ospedale "S.S. Salvatore" di Paternò, dove il 29enne ha accompagnato la convivente, alla quale furono riscontrate «ecchimosi al collo con segni di strangolamento manuale e presunta corda, escoriazioni plurime al dorso con ecchimosi ed escoriazioni alle ginocchia, ecchimosi al ginocchio sinistro». La donna fu inoltre trovata in stato confusionale, con ecchimosi al collo e alla schiena e fu definita dai medici «poco collaborante». I carabinieri nell’immediatezza dei fatti effettuarono rilievi fotografici delle lesioni e il medico legale a cui venne dato incarico di accertare la natura e l'entità del trauma precisò che le lesioni erano state causate da una cintura larga circa 2 centimetri.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Jean Santilli

    Jean Santilli

    05 Ottobre 2017 - 16:04

    Come finirla con le violenze contro le donne? Iniziamo col capirne l’origine. Una recente scoperta archeologica dimostra che lo stupro e il femminicidio sono l’arma con la quale un “Ordine Nuovo”, poi chiamata Patriarcato, ha sconfitto la Civilizzazione della Donna. Un episodio gravissimo è avvenuto proprio qui, alle pendici dell’Etna: Ulisse era uno stupratore di gruppo. Ercole invece era un femminicida, come San Giorgio. Lo racconta un saggio divertente eppure drammatico: “Nostra Signora Dea & Il Femminicidio degli Eroi”. Scaricabile gratuitamente da un sito accademico di San Francisco: https://independent.academia.edu/JeanSantilli

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa

CALENDARIO