home page| open menuNotizie Locali

WHATSAPP: 349 88 18 870

WHATSAPP: 349 88 18 870

Migranti, Zuccaro: «La mafia attirata dai soldi per l'accoglienza»

Il procuratore di Catania in audizione alla Commissione Parlamentare Antimafia ha parlato anche del Cara di Mineo: «Produce situazioni criminali»

Migranti,  Zuccaro: «Gli interessi della mafia attirati dai soldi per l'accoglienza»

Carmelo Zuccaro, procuratore capo Catania

Catania - «C'è una massa di denaro destinata all’accoglienza dei migranti che attira gli interessi delle organizzazioni mafiose e dico questo sulla base di alcune risultanze investigative». Lo ha detto il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, in audizione alla Commissione Antimafia sottolineando comunque come «sia sbagliato ritenere che la mafia operi dovunque, perché così rischiamo di aumentare l'aurea di onnipotenza». 

«Sabato scorso è arrivata a Catania una nave con 498 migranti soccorsi ed il cadavere di un giovane ucciso a freddo su un barcone da un trafficante perché non si era tolto il cappello. Se sulla nave della Ong che ha fatto l'intervento vi fossero state unità della nostra polizia giudiziaria avremmo già preso i trafficanti e li avremmo già nelle nostre galere». Il procuratore ha ribadito che «l'obiettivo delle indagini non sono le Ong ma i trafficanti ed alcune recenti modalità del traffico li stanno favorendo». Questi criminali, ha aggiunto, «sono autori di violenze inaudite e del tutto gratuite».  

«Che i trafficanti di uomini finanzino alcune Ong è un’ipotesi di lavoro, non ho mai detto che avevo elementi probatori su questo». «A fronte di audizioni di Frontex e Marina che ci segnalano travalicamenti dei confini delle acque libiche e contatti telefonici tra persone operanti sulle navi di alcune Ong e la terraferma libica - ha spiegato Zuccaro - c'é il sospetto di contatti tra le organizzazioni che gestiscono il traffico e alcune Ong: è dunque necessario consentirci di fare le indagini per dare corpo ai sospetti o smentirli».  «I trafficanti di uomini stanno in qualche modo ricattando chi agisce per fini umanitari esponendo i migranti a condizioni di rischio sempre più gravi». «Non ritengo ci siano rapporti diretti tra le organizzazioni criminali che controllano il traffico di migranti e le nostre mafie locali. Le indagini per ora non ci danno contezza di questo».

«Il Cara di Mineo, in provincia di Catania, ha creato un grosso problema sotto il profilo dell’ordine pubblico e della genesi di fenomeni criminali che hanno assunto maggiori dimensioni», ha aggiunto il procuratore. «Così come è - secondo Zuccaro - la struttura di accoglienza di grandi dimensioni produce situazioni criminali che il nostro territorio non ha bisogno di avere». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA IL TUO COMMENTO

Condividi le tue opinioni su La Sicilia

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • francofoti

    09 Maggio 2017 - 23:11

    Ma costui sà di essere un magistrato ??? e di non essere un politicante da strapazzo ??

    Rispondi

Il giornale di oggi

Sfoglia

Abbonati

I VIDEO

nome_sezione

EVENTI

Sicilians

GOSSIP

Qua la zampa