Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Milano: difensore Simba La Rue, 'prova rammarico, soffre per ferita gamba'

Di Redazione

Milano, 2 ago. Nessuno sfarzo, né strafottenza: Simba La Rue, nome d'arte di Mohamed Lamine Saida, si presenta sofferente e in stampelle davanti al gip di Milano Guido Salvini. Da venerdì scorso dietro le sbarre di San Vittore con l'accusa di rapina, lesioni e sequestro di persona "ha risposto a tutte le domande e ha chiarito la sua posizione" spiega il difensore Niccolò Vecchioni. "Ha ammesso di aver partecipato all'aggressione in porta Venezia, come risposta a quella subita dall'amico a Padova, ma ha escluso categoricamente di voler rapinato le vittime".

Pubblicità

Quanto all'episodio del 9 giugno scorso nei confronti del 'rivale' Baby Touchè "Ha escluso la sussistenza del reato di sequestro di persona, ha ammesso la colluttazione con il trapper ma non di averlo caricato a forza in macchina". Il filmato poi diffuso su Instagram "è stato concordato con Touché: quel video serviva per aumentare la visibilità e ottenere clamore social, l'obiettivo era poi fare una canzone insieme" collaborazione "mai realizzata perché poi Simba è stato aggredito" pochi giorni dopo a Treviolo, in provincia di Bergamo.

"Il mio assistito è molto provato, è in condizioni di grave infermità fisica, dovrà essere sottoposto a Monza a un nuovo intervento chirurgico. Lui, come gli altri arrestati, ha sicuramente compreso il disvalore delle azioni, in lui è emerso un sentimento di rammarico". Il gip Salvini potrebbe decidere già domani sulla richiesta di revoca degli arresti chiesta dal difensore per tutti i nove arrestati.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: