Notizie locali
Pubblicità

Adnkronos

Scuola, consigliere Fidae Lazio: "paritarie in tilt, Usr non ha saldato ultimi 8mesi 2020-21"

Di Redazione

Roma, 29 set. "Le scuole paritarie del Lazio non hanno ancora ricevuto dall'Ufficio scolastico regionale il saldo corrispondente ad otto mesi di anno scolastico 2020-21, che si estende da gennaio ad agosto. Si tratta della parte più sostanziosa, il saldo di una prima tranch di acconto 2020-21, già erogata dall'Usr a copertura del periodo da settembre a dicembre". La denuncia arriva all'Adnkronos da Rocco De Maria, preside dell'Istituto paritario Gesù-Maria e consigliere regionale di Fidae Lazio che commenta: "E' cominciato un nuovo anno scolastico, agli 8 mesi insoluti che abbiamo gestito grazie a prestiti con cui abbiamo pagato gli stipendi del personale, si aggiunge l'anticipo dell'acconto dell'anno in corso per il quale a sua volta, non essendo le rette sufficienti a coprire il tutto, abbiamo dovuto ricorrere ad altri finanziamenti o dalle Congregazioni, o dalle banche. Tutto questo ha mandato in tilt le scuole paritarie cattoliche del Lazio".

Pubblicità

"Parlo da consigliere regionale della Fidae - prosegue il Dirigente - Ho avuto quattro incontri tra aprile e luglio con l'Ufficio scolastico regionale. Abbiamo incontrato Pinneri, Serra e De Feo. All'ultimo, lo scorso 5 luglio, ci hanno comunicato che entro il 12 avrebbero pubblicato la tabella di riparto dei contributi tra le scuole. Ad oggi non si è visto niente. Noi di Gesù-Maria dobbiamo ricevere tra 250mila e 300mila euro dall'Usr. Come altri istituti abbiamo firmato una convenzione e conteggiato nel bilancio della scuola anche i contributi a disposizione. E' gravissimo - rimarca - che non siano ancora stati erogati. Si è verificato nel 2013-14 ed i finanziamenti sono stati persi".

"Dall'Usr - aggiunge - ci hanno detto che la ragioneria territoriale ci mette tempo a verificare. Ma è un problema che in nessuna regione d'Italia si verifica. Entro giugno si salda! - esclama il Dirigente - Ieri ho chiesto a Pinneri un incontro urgente. Domando il rispetto delle convenzioni. Le somme sono state stanziate dal Ministero nei tempi dovuti. I contributi vanno quindi erogati, per tutti".

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: