Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

Adnkronos

PagoPa, Fatarella: “Dpi è alla base della nostra missione”

Di Redazione |

Trento, 23 mag. “Il concetto Dpi – Infrastrutture Pubbliche Digitali è alla base della nostra mission e del nostro modo di lavorare. La nostra missione consiste nel creare e sviluppare piattaforme digitali per semplificare l’interazione tra cittadini e pubblica amministrazione e supportare la costituzione di un ecosistema digitale di servizi pubblici. Le nostre piattaforme impattano sulla vita di milioni di cittadini ed è per questo che nascono inclusive e prevedono cioè diverse modalità di accesso”. Sono le parole di Maurizio Fatarella, direttore generale di PagoPA, a margine dell’incontro intitolato ‘Infrastrutture digitali al servizio di cittadini e imprese’, tenutosi nella cornice del Festival dell’Economia di Trento, in programma dal 23 – 26 maggio 2024 e organizzato da Fondazione Hub Innovazione Trentino (Hit).

Una discussione sul ruolo dei sistemi pubblici digitali e sulle opportunità che questi abilitano per imprese e cittadini. Sul tema, il Trentino si pone come laboratorio d’avanguardia su scala nazionale ed europea grazie alla collaborazione tra Fbk e i più importanti attori di questa trasformazione, PagoPa e Ipzs. Fondazione Hit – Hub Innovazione Trentino, quindi, ha organizzato una tavola rotonda in collaborazione con Fondazione Bruno Kessler e la Provincia autonoma di Trento, nell’ambito del Festival dell’Economia. L’evento ospita interventi dei più importanti interlocutori istituzionali internazionali: Ocse e Commissione Europea.

Tema del dibattito le Digital Public Infrastructures (Dpi), che da un anno a questa parte sono al centro dell’agenda internazionale per una trasformazione digitale che pone l’accento su protocolli, standard e soluzioni aperte, e che rappresentano un approccio in grado di creare le condizioni ideali per la crescita di servizi digitali pubblici e privati, con un accesso equo e inclusivo per tutta la popolazione. “Le nostre piattaforme nascono basate su standard aperti, sicure, affidabili, scalabili e predisposte per poter operare in maniera interconnessa – riprende Fatarella – la loro diffusione ha generato importanti benefici su tutto il sistema, soprattutto in termini di efficienza e di innovazione. Grazie a queste esperienze oggi siamo qua con i nostri partner per poter lavorare sul digital wallet, la nuova DPI di ultima generazione”, conclude.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: