Notizie Locali


SEZIONI
Catania 22°

Adnkronos

Radio: Era, Una e Upa danno vita a nuova Audiradio

Di Redazione |

Milano, 23 apr Nasce la nuova Audiradio. La società ha come soci fondatori gli Editori Radiofonici Associati (oggi Era, ex Ter), Una-Aziende della comunicazione unite, in rappresentanza delle agenzie media, e Upa- Utenti pubblicità associati, in rappresentanza degli investitori pubblicitari. A siglare la costituzione della società, ieri, Lorenzo Suraci per Era, Stefano Spadini per Una e Antonio Martusciello per Upa.

“È stato raggiunto l’obiettivo per cui si lavorava dal 2011”, si legge in una nota diffusa dalla società. “Oggi il comparto delle radio conosce pertanto una svolta storica: abbandona la struttura di Moc-Media owner contract, ormai totalmente inadeguata dinanzi al processo di convergenza multimediale favorito dalla digitalizzazione dell’intera filiera dei contenuti, per approdare alla forma societaria indicata dall’Agcom come più adeguata alla gestione delle ricerche finalizzate al mercato pubblicitario: il Jic-Joint industry committee, composto da editori (Era, ex Ter) e rappresentanti del mercato (Upa e Una)”.

Il risultato, si legge nella nota, è stato ottenuto attraverso l’impegno delle varie componenti del mercato e di Agcom, che ha sempre incentivato il non più procrastinabile passaggio al modello del Jic, in forza dei principi di correttezza e trasparenza nella rilevazione degli indici di ascolto, e attraverso la costituzione di un’organizzazione tale da assicurare la massima rappresentatività del settore nel rispetto di condizioni eque e non discriminatorie. Presieduta da Antonio Martusciello, la nuova Audiradio sarà chiamata a guidare un progetto di rilevazione che dovrà garantire per il prossimo anno una nuova ricerca metodologica nella rilevazione degli ascolti radiofonici, capace di garantire quel delicato equilibrio tra la necessità di dare continuità alla currency e l’esigenza di adottare una metodologia che prenda atto dell’irreversibile processo di digitalizzazione dei media e dei conseguenti cambiamenti strutturali che si stanno determinando nei comportamenti di consumo e nelle modalità di fruizione dei contenuti multimediali.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: