Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

cronaca

Aragona, si presenta sotto casa dei genitori nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato

Il giovane da tempo avrebbe messo in atto una escalation di violenza con incessanti richieste di denaro ai genitori

Di Antonino Ravanà |

È stato sorpreso sotto casa dei genitori nonostante fosse sottoposto al divieto di avvicinamento ai propri familiari e al divieto di dimora nel comune di Aragona. Un ventiquattrenne disoccupato, in atto sottoposto a controllo con il braccialetto elettronico, è stato arrestato dai carabinieri della Stazione cittadina, per violazione dei provvedimenti di allontanamento dalla casa familiare e del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese. Il giovane è stato posto, secondo quanto disposto dal sostituto procuratore di turno di Agrigento, ai domiciliari. Il Gip del Tribunale di Agrigento, a conclusione dell’udienza, ha convalidato l’arresto disponendo nei confronti dell’indagato la misura dell’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria e il ripristino delle misure cautelari violate. È stato, l’altro giorno che i militari dell’Arma sono intervenuti sorprendendo il disoccupato nei pressi della residenza dei genitori. Ma il ragazzo non soltanto si trovava laddove – per effetto del divieto di avvicinamento – non avrebbe potuto stare, ma aveva il chiaro intento di farsi aprire la porta di casa. È scattato, inevitabilmente, l’arresto. Il giovane, da tempo, ha messo in atto una escalation di brutti gesti, con incessanti richieste di denaro, e ad ogni risposta negativa sarebbe diventato estremamente offensivo, e in più casi anche violento, fino ad arrivare a vere e proprie aggressioni fisiche, verso il suo nucleo familiare. Papà operaio e mamma casalinga, esasperati della situazione, hanno provato in tutti i modi a mettere fine senza riuscirci alla spirale di violenza.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA