Notizie Locali


SEZIONI
Catania 18°

agrigento

L’intimidazione al sindaco di Palma di Montechiaro, l’Anci “Nessuno riuscirà a distruggere il cammino per la legalità”

La solidarietà dell'Associazione nazionale dei Comuni italiani

Di Redazione |

“Esprimiamo solidarietà al sindaco di Palma di Montechiaro per il messaggio intimidatorio ricevuto che, di certo, non fermerà il suo impegno politico e la sua azione amministrativa. Siamo certi che Stefano Castellino reagirà con coraggio alle minacce. Noi amministratori, abbiamo il dovere di continuare a lavorare nell’interesse dei nostri concittadini e nessuno riuscirà a distruggere il cammino per la legalità”. Lo hanno detto Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale di Anci Sicilia.

Ieri una croce in cartone con 9 cartucce calibro 12 è stato il messaggio intimidatorio che il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, ha trovato sul cancello d’ingresso della sua abitazione. I carabinieri stanno sentendo l’amministratore e stanno verificando la presenza di impianti di videosorveglianza in zona. E’ stata aperta un’inchiesta.

«I carabinieri sono arrivati subito e sono operativi, li ringrazio di cuore. Così come ringrazio il prefetto Filippo Romano, il questore Tommaso Palumbo e il dirigente del commissariato di polizia, il commissario capo Maria Lucia Lombardo, che mi hanno subito chiamato. Non mi sono sentito solo». lo ha detto il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, che ha trovato appoggiato al cancello di casa una croce con 9 proiettili calibro 12. «Sono cose che non dovrebbero mai accadere, da un lato uno si sente tradito, ma dall’altro ho consapevolezza che una sparuta minoranza non può intaccare il rapporto che ho con la mia città. Questi gesti vengono compiuti a causa di una subcultura che non vuole, ma deve, sparire. Andiamo avanti senza tentennamenti. Non sono solo, lo Stato mi è vicino».COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA