Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Una emozionata Giusi Parolino riceve il premio della Fidal regionale per il centenario della fondazione

L'atleta che da un mese è tesserata per la Milone Siracusa premiata per la sua straordinaria carriera. Lo scorso 29 gennaio, malgrado il forte vento, ha stabilito il suo primo record siciliano del 2022 

Di Gaetano Ravanà

Si è svolta a Palermo la prestigiosa Festa per il centenario dell’Atletica leggera  Siciliana. Come nelle grandi occasioni, è lo storico teatro Politeama di Palermo la location che ha ospitato l'evento organizzato dal comitato regionale Fidal Sicilia e dal suo presidente Salvatore Gebbia.
Lo stesso Gebbia, durante la cerimonia ha confermato che la manifestazione sarà riproposta annualmente.
Sul palcoscenico un susseguirsi di campioni del passato, del presente e tanti giovani atleti emergenti che rappresentano il futuro dell'atletica leggera siciliana.
Ad aprire la kermesse l’assessore regionale all’Istruzione Roberto Lagalla, che ha parlato di sport a 360 gradi, sottolineando l’importanza dell’attività sportiva nel mondo della scuola e dei giovani.
In quasi 3 ore, e con l'assoluto rispetto delle misure di contenimento del Covid19,
sul palco sono stati 130 i premiati scelti dalla commissione tecnica siciliana tra atleti, tecnici, dirigenti, giornalisti, giudici e società che hanno rappresentato al meglio l’atletica leggera della bella Sicilia dal 1921 al 2021.
Condotta dai bravi giornalisti Nino Randazzo e Mario Pintagro la premiazione è stata un susseguirsi  di emozioni e tante gioie, soprattutto durante la standing ovation per Totò Antibo e Anna Rita Sidoti. 
A Totò Antibo (che da anni lotta contro una terribile malattia), campione europeo dei 5000 e dei 10000 metri a Spalato ’90 e medaglia d’argento olimpica nei 10000 metri ai Giochi di Seul del 1988 è andato il Premio Speciale  Atleta del Centenario.
Altro momento ricco di commozione è stato il Premio Speciale Atleta del centenario dedicato “alla memoria” della grandissima marciatrice Annarita Sidoti, che a causa di un brutto male ci ha lasciati qualche anno fa. Il premio è stato ritirato dal marito Pietro Strino, accompagnato dal figlio di Annarita. La commissione ha scelto il figlio di Annarita per consegnare il “premio Annarita Sidoti” alla gelese Monica Contrafatto, medaglia di bronzo nei 100 metri femminili alle Paralimpiadi di Tokyo. 
Il riconoscimento “Tecnico dell’anno”  è andato a Filippo Di Mulo artefice della 4×100 maschile azzurra composta da Lorenzo Patta, Marcell Jacobs, Fausto Desalu, Filippo Tortu che ha vinto l’oro a Tokyo 2020.
Riconoscimenti per i Giudici di Gara e  per gli Azzurri d’Italia e ai loro tecnici, che hanno preso parte a competizioni internazionali.
Tra gli atleti Siciliani premiati, spiccano Riccardo Meli e Matteo Melluzzo, i due atleti nazionali che hanno partecipato alla scorsa olimpiade Tokio 2020.
Nel corso della mattinata sono stati premiati anche i giovanissimi che hanno preso parte al concorso, disegnando i loghi per la medaglia e per la maglia di campione regionale Fidal 2022: per le loro polisportive un premio in denaro a sostegno dell’attività sportiva. 
Premiata anche l'atleta Giusi Parolino che riceve il suo ennesimo premio grazie ai suoi molteplici successi e alle undici vittorie  di campionessa Italiana nel lancio del giavellotto.
La giavellottista, che da quest'anno gareggia con la maglia della ASD Milone Siracusa, ha fatto il suo esordio alla fase regionale dei campionati italiani lanci lunghi invernale, che si sono disputati  sabato 29 gennaio scorso a Siracusa, e nonostante il forte vento e il freddo, la campionessa è riuscita a portare a casa il suo primo record siciliano del 2022 nel lancio del giavellotto.
Bellissima festa con tanti campioni e tanti professionisti che hanno scritto la grande storia dell'atletica leggera siciliana in questi 100 anni, dichiara giusi- sono onorata del premio ricevuto, ringrazio il presidente della Fidal Salvatore Gebbia e la commissione Fidal Sicilia per aver scelto anche me e soprattutto mi congratulo con tutti i premiati; n merito alla gara di sabato -continua la pluripremiata giavellottista, sono stata felice di aver condiviso la pedana con due stelle del giavellotto nazionale e internazionale Paola Padovan e Sara Jamai, che ringrazio molto per la disponibilità, per i preziosi consigli tecnici e per aver dimostrato in pedana e fuori dalla pedana, i grandi valori dello sport e dei “veri campioni”.

Pubblicità


 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA