Notizie locali
Pubblicità

Agrigento

Vasto giro di spaccio di droga, giudizio immediato per gli indagati

L'operazione era stata portata a termine dai carabinieri del comando provinciale. Ai domiciliari erano finiti tre persone, mentre ad una quarta era stato imposto l'obbligo di dimora

Di Gaetano Ravanà

Disposto il giudizio immediato per tre indagati, coinvolti un’indagine dei carabinieri della Compagnia di Agrigento, che hanno sgominato un vasto giro di spaccio di droga a Raffadali. Lo ha deciso il pubblico ministero Giulia Sbocchia. Lo scorso autunno agli arresti domiciliari erano finiti Calogero Nocera, 25 anni di Raffadali; Azzurra Luparello, 23 anni, di Favara, e Giovanni Valenti, 47 anni di Favara. L’obbligo di dimora nel Comune di residenza era stato applicato ad un libico Ashraf Sufian di 33 anni, residente ad Agrigento, rintracciato a Roma, dove nel frattempo si era trasferito.

Pubblicità

La posizione di quest’ultimo è stata stralciata. Gli imputati sono tutti ritenuti responsabili, in concorso tra loro, del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Il difensore di Valenti, l’avvocato Giuseppe Barba, ha scelto il rito abbreviato. Nocera e Luparello, invece, che hanno nominato come difensore l’avvocato Calogero Lo Giudice, sono comparsi davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, per l’inizio del dibattimento. L’udienza è stata aggiornata al 30 marzo prossimo per sentire i primi testimoni.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA