Notizie Locali


SEZIONI
Catania 35°

ROMA

Giallini, ecco il mio Rocco Schiavone

Di Redazione |

ROMA, 7 NOV – “Ho avuto molta libertà nell’interpretare questo personaggio. Rocco Schiavone è uno che ha capito che la vita eterna non esiste, che in questo mondo si muore. Nessuno di noi crede di morire davvero, il vicequestore l’ha capito. E’ a suo modo un anarchico. Per certi Aspetti, non tutti mi somiglia”. L’attore romano Marco Giallini, oltre 50 film al cinema (ma è stato anche il Terribile in Romanzo criminale) si appresta a impersonare Rocco Schiavone, il vicequestore più scorretto della tv nella serie tratta dai gialli best seller di Antonio Manzini, in onda da mercoledì 9 novembre su Rai2 (seconda puntata venerdì 11). Ruvido, fuori dagli schemi (fuma erba), con un grande intuito investigativo, un cuore d’oro e una cicatrice nell’anima (ha perso la moglie – Isabella Ragonese – ma si confida con lei o meglio con il suo fantasma), Rocco ha un’amante, Nora (Francesca Cavallin); una ‘simpatia’ per una sua collaboratrice (Caterina Rispoli) l’unica di cui si fida in una squadra di soli uomini.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: