Notizie Locali


SEZIONI
Catania 28°

Sanità

Nursind, infermieri demansionati: l’ospedale Cannizzaro condannato a risarcire 400mila euro

Il giudice del lavoro di Catania, Giuseppe Giovanni Di Benedetto, ha emesso una sentenza di risarcimento danni che sarà dovuto a 14 infermieri del reparto di Anestesia e rianimazione. 

Di Redazione |

Gli infermieri che svolgono le attività proprie degli operatori sociosanitari, gli Oss, subiscono un demansionamento e vanno risarciti. Il giudice del lavoro di Catania, Giuseppe Giovanni Di Benedetto, ha emesso una sentenza di risarcimento danni per demansionamento nei confronti di 14 infermieri del reparto di Anestesia e rianimazione. L'azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania dovrà versare il 10% della retribuzione per ogni mese riferita agli ultimi 10 anni a titolo risarcitorio, per un totale stimato di circa 400 mila euro. 

Il sindacato Nursind di Catania, guidato da Salvo Vaccaro, ritiene molto importante questa ulteriore sentenza, «la prima in Italia che riguarda una Terapia intensiva, che vede soccombere nuovamente l’azienda Cannizzaro di Catania nei confronti di operatori sanitari penalizzati dalla mancata assunzione di Oss in maniera congrua». Per l’avvocato Domenico De Angelis si tratta di «un’altra vittoria per la tutela della professione infermieristica». Anche Vaccaro, segretario territoriale del Nursind Catania, sostiene che «quanto disposto dal giudice rappresenta un ulteriore elemento di giustizia nei confronti di una pratica abusata e consolidata, che svilisce le competenze acquisite dagli infermieri».  COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti: