Notizie locali
Pubblicità
Coronavirus, in Sicilia l'indica di contagio più basso d'Italia

Covid-19

Covid, il bollettino del 10 ottobre: in Sicilia 250 nuovi casi, 3 morti e ricoveri ancora in calo

I dati diffusi dal ministero della Salute. A Catania 86 nuovi contagi

Di Redazione

Sostanzialmente stabile l’andamento della pandemia in Sicilia dove comunque sono ancora in diminuzione i nuovi casi (250) rispetto a ieri (283) ma con poco più della matà dei tamponi processati (10.068 contro 17.122). I morti sono stati 3 e le vittime siciliane complessive del virus salgono a 6.892. E’ quanto si evince dal bollettino covid del 10 ottobre del ministero della Salute.

Pubblicità

Anche i ricoveri calano complessivamente ma non nelle terapie intensive: in ospedale ci sono infatti 378 persone (contro i 390 di ieri), delle quali 335 in area medica con sintomi (fino a ieri erano 348), mentre in terapia intensiva ci sono 43 persone (contro le 42 di ieri). Il tasso di positività sale però al 2,48% contro l’1,65% di ieri.

LE PROVINCE. 

Palermo: 83.956 casi complessivi dall'inizio della pandemia (22 nuovi casi)

Catania: 75.778 (86)

Messina: 34.281 (64)

Siracusa: 23.662 (35)

Ragusa: 19.791 (14)

Trapani: 19.771 (0)

Caltanissetta: 17.815 (8)

Agrigento: 17.327 (19)

Enna: 9.277 (2)

ITALIA. Sono 2.278 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.748. Sono invece 27 le vittime 
in un giorno, in calo rispetto alle 46 di ieri. 

Sono 270.044 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 344.969. Il tasso di positività è all’0,8%, lo stesso di ieri. 

Sono 364 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 3 in meno rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 13 (ieri 16). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.651, rispetto a ieri 41 in meno. 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: