Notizie Locali


SEZIONI
Catania 24°

Cronaca

Fontanarossa, sospeso Schengen: nel periodo del G7 tornano i controlli di frontiera

Di Redazione |

CATANIA – La Sac, la socsaraietà che gestisce lo scalo aereo internazionale di Catania Fontanarossa, ha annunciato che dal 10 al 30 maggio, in occasione del G7 di Bari e Taormina, verranno ripristinati in tutti gli scali italiani i controlli di frontiera per i voli internazionali in seguito a una temporanea sospensione del Trattato di Schengen, la convenzione internazionale che dal 1990 consente la libera circolazione nei paesi Ue.

Nell’Aeroporto di Catania, spiegano le autorità, il controllo dei documenti dei viaggiatori avrà due fasi: dal 10 al 27 maggio controlli solo sugli Arrivi, con gli agenti della Polizia di Frontiera che verificheranno i documenti dei passeggeri appena sbarcati da voli internazionali. Dal 28 al 30 maggio, invece, controlli solo alle Partenze: superati i varchi di sicurezza, gli agenti verificheranno i documenti dei passeggeri in area sterile, prima dei gate di imbarco.

I controlli riguarderanno solo i passeggeri dei voli internazionali. Restano regolari le procedure per i voli nazionali.La sospensione del trattato internazionale di Schengen è già stato attuato in altre occasioni anche in Italia, soprattutto in concomitanza con manifestazioni e vertici internazionali che richiamano ogni volta manifestanti No global provenienti da molti Paesi europei.

Già la scelta di Taormina come sede del G7, oltre ad essere stata legata all’effetto suggestivo prodotto dalla cittadina jonica, è stata suggerita dalla posizione di Taormina e dalla possibilità di effettuare controlli su un territorio circoscritto e meno “aggredibile” da eventuali contestatori.

Sempre per quanto riguarda Fontanarossa, la Sac raccoglie l’invito dell’Enac e raccomanda ai passeggeri con voli tra il 10 e il 30 maggio di recarsi in aeroporto dotati di documento d’identità in corso di validità e in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti, in modo da non incorrere in eventuali ritardi.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati