Notizie Locali


SEZIONI
°

Strutture

Messina, rischio di demolizione per il complesso turistico Le Dune

La decisione potrebbe essere successiva alle sentenze del Tar di Catania

Di Redazione |

Il complesso turistico Le Dune di Messina, uno dei più conosciuti della provincia , che ospitò anche per alcuni mesi gli sfollati per l’alluvione di Giampilieri, in seguito a delle sentenze del Tar di Catania potrebbe essere demolito o il Comune di Messina potrebbe decidere, in caso di inottemperanza, di acquisire le aree ed i manufatti abusivi gratuitamente al patrimonio dell’ente.

Il Tar Catania, accogliendo le ragioni del Comune di Messina, assistito dall’avvocato Antonino Giunta, ha confermato tutta una serie di provvedimenti emessi nel 2013 e 2014 nei confronti dei legali rappresentanti della società ‘in.tur. iniziative turistiche s.r.l’, titolare del complesso turistico che, dopo l’annullamento della concessione edilizia già rilasciata, avevano disposto il diniego di circa 70 domande di sanatoria per i singoli manufatti (tra i quali 66 bungalow) e l’emissione di altrettante ordinanze di demolizione. La società in.tur. ha ora presentato appello presso il Consiglio di giustizia amministrativa.Già nel 2007 il Tribunale penale di Messina, con sentenza passata in giudicato, aveva accertato l’illiceità di gran parte dei manufatti realizzati dalla in.tur, condannando i legali rappresentanti della ditta committente, la direzione lavori, i componenti della commissione edilizia dell’epoca ed il funzionario comunale che ebbe a rilasciare la concessione edilizia per abusivismo edilizio con la demolizione delle opere connesse.

Una questione spinosa che dovrà esaminare il Cga è quella di verificare se la zona dove è stato edificato il villaggio, che si trova oltre la fascia demaniale dei 150 metri, è da considerarsi sottoposta per interesse paesaggistico a vincolo di inedificabilità relativa con la necessità del parere favorevole della Soprintendenza.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA