Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Agrigento, due a giudizio per peculato

I due avrebbero avallato i prelievi di Joseph Mifsud, al centro del Russiagate, irreperibile da anni

Di Redazione

 Il gup di Agrigento, Francesco Provenzano, ha rinviato a giudizio per peculato, l’ex dirigente del settore finanziario del Consorzio universitario, Andrea Occhipinti, e l’ex dirigente del settore Affari generali, Olga Matraxia. L’accusa ipotizza l’uso indebito delle carte di credito dell’ente per spese non istituzionali, come pranzi, cene, trasferte e acquisti personali. 
 La procura aveva chiesto anche il processo per l’ex presidente Joseph Mifsud, al centro del cosiddetto 'Russiagate', che è irreperibile da anni e non si sa se è ancora in vita. Il beneficiario delle somme prelevate sarebbe stato lui. Ai due imputati è contestato l’avere avallato i pagamenti. La posizione di Mifsud è stata «congelata» in base a una legge del 2014 che non prevede che si celebrino più processi per gli irreperibili. La somma sottratta ammonterebbe a circa 50mila euro. La prima udienza del processo è stata fissata il 18 ottobre davanti ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Agrigento, presieduta da Wilma Angela Mazzara.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA