Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Catania, vertice in Prefettura con il capo della Protezione Civile

Il sindaco Pogliese: "Ci attendono giorni difficili, ancora allerta rossa". Uomini e mezzi anche dalla Puglia. 

Di Redazione

E' arrivato  a Catania il capo dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio che sta partecipando in Prefettura ad una riunione con le autorità territoriali e le strutture operative riunite nel centro coordinamento soccorsi. 

Pubblicità

 

 

"L’evento non è ancora finito - ha detto Curcio -  Bisogna mantenere alta l’attenzione, sono momenti difficili". Lo ha detto Lo ha detto il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, a Catania dopo la riunione in Prefettura. "Siamo pronti, si sta facendo il possibile, vediamo cosa succederà, quello che si può pianificare si sta pianificando. I danni? Impatti importanti ci sono ma in questo momento non mi azzarderei a quantificarli".

 

 

 Non piove stamane a Catania all’indomani del nubifragio che ha flagellato la città e l'intera provincia e che ha provocato la morte di un uomo, uscito dalla sua auto circondata dall’acqua e tirato fuori dai soccorritori senza vita da sotto la sua automobile. Ingenti anche i danni con allagamenti a strade, negozi e abitazioni, Numerosi ieri sono stati gli interventi di soccorso dei Vigili del fuoco specialmente ad automobilisti rimasti intrappolati nelle loro auto in strade diventate fiumi in piena.

Sono circa 190 le richieste di soccorso che devono ancora evadere i Vigili del fuoco, che durante la notte hanno smaltito quelle arrivate ieri, circa una quarantina, specialmente per allagamenti a case e scantinati e per rimuovere ostacoli dalle strade «Rispetto ad ieri - ha detto il capo dei Vigili del fuoco di Catania Giuseppe Biffarella - abbiamo ora un incremento in termini di uomini giunti dalla Puglia che sono attrezzati per fronteggiare scenari alluvionali. Qualora tornassero a verificarsi, potremo dare ulteriori risposte». 

"Oggi situazione migliorata a Catania. Il problema verrà domani o dopodomani, le previsioni sono allarmanti. Si parla anche di un vento fortissimo oltre i 100 chilometri orari. Speriamo che le previsioni non vengano confermate dalla protezione civile. Domani e dopodomani potrebbero esserci giorni molto difficili per la nostra terra". Così il sindaco di Catania, Salvo Pogliese, ospite a "The Breakfast Club" su Radio Capital. "In ventiquattro ore a Catania 300 millimetri di pioggia, la media annuale della città è di 600 millimetri. Siamo in presenza di un fenomeno senza precedenti. Proporrò al capo della protezione civile Curcio la chiusura delle attività commerciali per i prossimi due giorni, a esclusione di quelli che vendono beni di prima necessità. Oggi chiuse invece solo le scuole. Non sappiamo ancora quali siano i danni, parliamo però di danni ad agricoltura, immobili e attività commerciali. Chiedo a tutti di restare a casa. Importante l’assoluta prudenza". 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA