Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Etna, il cratere di Sud Est riprende l'attività stromboliana

Il fenomeno emissioni di cenere che si disperdono in area sommitale

Di Redazione

Una ripresa dell’attività stromboliana al cratere di Sud-Est dell’Etna è osservata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, Osservatorio etneo, di Catania. Il fenomeno è al momento confinato all’interno del cratere e genera delle discontinue e blande emissioni di cenere che si disperdono in area sommitale. 
 L’ampiezza media del tremore vulcanico ha mostrato un repentino incremento dalle 09:40 portandosi su valori alti. Attualmente si osserva un graduale rientro verso valori medi. La sorgente del tremore è ubicata in corrispondenza dei crateri Bocca Nuova e del cratere di Sud Est ad una elevazione di circa 2.800 metri sul livello del mare. L’attività infrasonica è in incremento ed è localizzata al cratere di Sud Est. Al momento i segnali di deformazione dalle reti permanenti Gnss e clinometrica non mostrano variazioni significative. L’attuale fase dell’Etna non impatta sull'operatività dell’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania. (ANSA).

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA