Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Migranti, raffica di barconi e barchini a Lampedusa: hotspot di nuovo al collasso

Alcuni soccorsi al largo dell'Isola, altri intercettati già a terra: il mare calmo favorisce l'esodo

Di Redazione

Raffica si sbarchi di migranti oggi a Lampedusa, dove grazie al mare oggi sono approdati diversi barchini carichi di persone disperate in cerca di un futuro migliore. Gli arrivi sono cominciati nella notte e sono proseguita per l'intera giornata. Il primo barchino, un gommone di 6 metri, con 23 persone, tra cui 4 minori, è stato intercettato dai militari della Guardia di finanza a circa 2 miglia da capo Ponente. Altri 13 migranti, tra cui una donna e un minore, invece, sono stati rintracciati a terra in località cala Creta dai carabinieri intorno alle 2. Nessuna traccia dell’imbarcazione utilizzata per la traversata. A bordo di un altro gommone partito dalla Libia sono stati intercettati altre sette egiziani a 20 miglia dalla costa di Lampedusa. 

Pubblicità

 Altri due sbarchi, con un totale di 88 persone, si sono registrati nella prima parte della mattina. Lungo la strada di Ponente sono stati rintracciati 72 migranti, fra cui 5 donne e 6 minori, provenienti da Etiopia, Somalia, Egitto, Pakistan, Marocco, Libia e Sudan. L’imbarcazione utilizzata, partita da Zuara in Libia, è stata ritrovata distrutta dal fuoco. Non è chiaro, se il natante di 10 metri sia stato appositamente incendiato dopo lo sbarco o se il fuoco si è innescato per cause accidentali. Sedici tunisini, partiti da Zarzis, sono stati invece rintracciati al porto di Lampedusa. Fra loro anche una donna e tre minori.

Altri 15 tunisini, fra i quali una donna, sono sbarcati a Lampedusa dopo che il loro barchino di 6 metri è stato rintracciato dalla Guardia di finanza a 4 miglia e mezzo dalla costa. Il natante è partito da Sfax, in Tunisia.

All’hotspot  gli ospiti sono saliti a 857, con la struttura di accoglienza che ha ampiamente superamto i limiti di capieza.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA