Notizie locali
Pubblicità

Cronaca

Sequestra la figlia e la minaccia con una pistola per gelosia: arrestato nel Catanese

Un 71enne di Ramacca non condivideva la scelta sentimentale della figlia 37enne che aveva deciso di convivere con un uomo

Di Redazione

I Carabinieri della Stazione di Ramacca, coadiuvati dai colleghi dell’Aliquota Operativa del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Palagonia, hanno arrestato un 71enne del posto per sequestro di persona. L'uomo avrebbe avuto una gelosia morbosa nei confronti della figlia scaturita dalla recente convivenza intrapresa dalla donna 37enne con un uomo e nel bel mezzo di un pranzo domenicale, sotto la minaccia di una pistola, il genitore l’avrebbe costretta a seguirlo allontanandola dalla propria abitazione di Ramacca e le avrebbe anche precluso qualsiasi contatto con l’esterno. 

Pubblicità

La tempestiva segnalazione del convivente e del fratello della donna, entrambi seriamente preoccupati per l’incolumità della stessa, nonché la prontezza d’animo della vittima – riuscita, nonostante la stretta vigilanza attuata dal padre, a inviare un sms di aiuto dal proprio cellulare – hanno consentito ai Carabinieri di localizzare e raggiungere un’abitazione sita nel comune di Motta S. Anastasia dove hanno fatto irruzione individuando il nascondiglio dove l’anziano, che già aveva provveduto a reperire beni di prima necessità, pensava evidentemente di permanere e persistere nella sua condotta delittuosa, verosimilmente per dissuadere la figlia dalla sua scelta sentimentale. 

Soltanto il giorno successivo, all’esito di ulteriori ricerche dei Carabinieri di Ramacca in un agro del comune di Belpasso, è stata rinvenuta, occultata in una scatola interrata, l’arma utilizzata dall’uomo per commettere il reato: una pistola semiautomatica modello Beretta calibro 7.65 non censita e priva di matricola, completa di un caricatore pieno e con il colpo in canna. Il 71 enne è stato associato nell’immediatezza presso il carcere di Catania Piazza Lanza e successivamente sottoposto agli arresti domiciliari dall’Autorità Giudiziaria all’esito dell’udienza di convalida.
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: