Notizie Locali


SEZIONI
Catania 21°

Nel Messinese

Sedicenne carbonizzato a Merì, la famiglia: «Non si è suicidato, vogliamo chiarezza»

Ayman Serti, 16 anni è stato trovato cadavere due giorni fa. Sempre per i familiari potrebbe essere stato attirato in una trappola

Di Redazione |

«Si trattava di un ragazzo molto perbene che faceva una vita normale, studiava e d’estate andava anche a lavorare a Salina. Secondo il fratello è impossibile che si sia suicidato. So che le forze dell’ordine stanno indagando in tutte le direzioni. La famiglia chiede solo chiarezza su quanto avvenuto». Lo afferma Giuseppe Coppolino, l’avvocato, di Ayman Serti, 16 anni trovato morto due giorni fa a Merì con il corpo in parte divorato dalle fiamme.

«So – prosegue il legale – che è stata eseguita l’autopsia ma ancora non conosco i risultati, siamo fiduciosi sull'operato della magistratura. So che si sta procedendo ad analizzare anche il telefono ma al momento non sono a conoscenza di eventuali messaggi mandati da qualcuno che avrebbero indotto il ragazzo a cadere in una trappola».   COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA

Di più su questi argomenti:

Articoli correlati