Notizie Locali


SEZIONI
Catania 20°

Nel Messinese

Strage Suviana, a Sinagra lacrime e commozione per l’ultimo saluto a Vincenzo Franchina

Nella chiesa di San Michele arcangelo sono stati celebrati i funerali della vittima siciliana dell'esplosione della centrale idroelettrica sul lago

Di Elisa Guccione Gallitto |

«Era un giovane al quale ti affezionavi subito con cui entravi subito in sintonia, la sua timidezza innata gli impediva di mettersi al centro dell’attenzione. Era un ragazzo dai modi gentile e affabile con un temperamento mite. Nel dialogo ti lasciava parlare e poi ti rispondeva con atteggiamento accogliente. I pilastri della sua vita erano la famiglia, prima quella di origine, e poi la famiglia che si era era creato con Enza impreziosita dalla nascita di Tommaso». Lo ha detto, durante l’omelia per i funerali di Vincenzo Franchina, padre Pietro Pizzuto parroco della chiesa di San Michele arcangelo di Sinagra (Messina).

Franchina, 35 anni, è una delle sette vittime della tragedia di Suviana, dove nei giorni è esplosa la centrale idroelettrica sul lago. L’uomo si era trasferito con la famiglia a Genova.«Altro pilastro – ha proseguito – di Vincenzo era il legame con sua terra di origine con le sue secolari tradizioni e poi l’amicizia che ha dato la possibilità di esprimere la sua generosità. Infine il lavoro che non era un semplice obbligo ma una vera ragione di vita era orgoglioso della posizione che si era conquistato con fatica e con passione».«Era attento alla sicurezza sul lavoro e la sua morte ci ha lasciato esterrefatti. Immancabilmente ci deve essere una vita che continua e una resurrezione. Per Vincenzo non ci sarà giustizia se non c’è resurrezione. La sciagura che lo ha colpito sarà annientata solo dalla resurrezione, Vincenzo merita quella giustizia che solo la resurrezione gli potrà dare» ha concluso il parroco.

Presenti alle esequie oltre ai familiari e amici, il sindaco Nino Musca e altri sindaci del comprensorio, cittadini di Sinagra e dei comuni vicini e una delegazione della Cgil.COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA


Articoli correlati