Notizie locali
Pubblicità

Economia

Borsa: Milano tiene con Saipem e Generali, debole Leonardo

Positiva Tim, in calo Eni e Tenaris in linea con prezzo petrolio

Di Redazione

MILANO, 28 MAR - Prima seduta di settimana in crescita per Piazza Affari, che si è mossa in linea con le migliori Borse europee: l'indice Ftse Mib ha concluso in aumento dello 0,63% a 24.712 punti, l'Ftse All share in rialzo dello 0,61% a quota 26.976. I mercati azionari del Vecchio continente sono stati positivi per tutta la giornata guardando soprattutto alla preparazione delle trattative tra Ucraina e Russia in Turchia, con una chiusura però piuttosto incerta: Londra ha segnato un calo dello 0,1%, con Amsterdam negativa dello 0,4%. In rialzo invece dello 0,5% Parigi e Madrid, con Francoforte in crescita dello 0,7%. Lo spread tra Btp e Bund tedeschi ha chiuso a 152 punti base contro i 149 dell'avvio e soprattutto un rendimento del prodotto del Tesoro al 2,1%, aggiornando ancora i massimi dall'aprile 2020. In calo il petrolio sotto i 110 dollari al barile soprattutto sul lockdown a Shanghai che potrebbe mettere in crisi la ripresa non solo cinese, mentre il gas è rimasto piuttosto stabile in Europa poco sopra i 100 euro al megawattora. In questo quadro in Piazza Affari bene soprattutto il titolo Saipem in rialzo del 6% a 1,14 euro sulla manovra di risanamento dei conti e ancora acquisti su Generali dopo la presentazione del programma della lista del gruppo Caltagirone e nel giorno del licenziamento di Luciano Cirinà, candidato amministratore delegato nella stessa lista. Il titolo del Leone ha infatti chiuso la seduta in rialzo del 3,7% a 20,14 euro, portandosi ai massimi da fine 2008. Positiva Tim (+1,3% a 0,33 euro) dopo l'offerta di Cvc e l'interlocuzione con Kkr, con Terna in crescita dello 0,9% a 7,48 euro, al suo massino storico. Deboli Eni (-1,4%) e Tenaris (-2,2%) insieme al prezzo del greggio, mentre il titolo peggiore tra quelli a elevata capitalizzazione della Borsa di Milano è stato Leonardo in ribasso del 2,9% a 9,18 euro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: