Notizie locali
Pubblicità

Economia

Lavoro:Ue,in salari giovani donne divario di genere del 7,2%

Dato metà del valore generale, in più anziani più disuguaglianze

Di Redazione

BRUXELLES, 11 APR - Le giovani donne tra i 25 e i 29 anni hanno un divario retributivo non corretto del 7,2% all'inizio della loro carriera nel mercato del lavoro dell'Ue. E' circa la metà del divario retributivo che emerge valutando tutti i lavoratori, facendo emergere dunque maggiori disuguaglianze salariali di genere tra i lavoratori più anziani. E' quanto emerge dalla revisione trimestrale sull'occupazione e gli sviluppi sociali in Europa (Esde) della Commissione Ue, con focus specifico sul divario retributivo tra i giovani, in occasione dell'anno europeo della gioventù L'esame trimestrale rileva anche che le differenze di retribuzione tra le giovani donne e gli uomini sono difficili da spiegare sulla base dei dati disponibili e la situazione varia notevolmente da Paese a Paese. Inoltre, alcune differenze nelle caratteristiche dei lavoratori rappresentano differenze salariali sostanziali, ma operano in direzioni diverse. I giovani uomini tendono a guadagnare di più perché lavorano in attività economiche più remunerate, mentre le giovani donne tendono a guadagnare salari più elevati perché sono più istruite. La riduzione del divario retributivo tra i sessi è una priorità nella strategia della Commissione per l'uguaglianza di genere 2020-2025, con una proposta di direttiva sulla parità di retribuzione per la parità di lavoro tra uomini e donne attraverso meccanismi di trasparenza. La proposta è attualmente all'esame del Parlamento europeo e del Consiglio.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: