Notizie locali
Pubblicità

Economia

Un fabbrica siciliana di scooter elettrici tra i progetti per Termini Imerese

A presentarlo è stato il gruppo SEMM, Sicilian electric mobility sostenibility. Il mezzo a due ruote è disegnato da Giugiaro

Di Redazione

C'è un progetto che si richiama all’automotive tra le otto manifestazioni di interesse consegnate ai commissari e ora al vaglio del Mise per lo stabilimento ex Blutec di Termini Imerese. A presentarlo è stato il gruppo SEMM, Sicilian electric mobility sostenibility. Si tratta della costruzione di uno scooter elettrico denominato «E-taly», che sarà realizzato con materiali ad alta tecnologia riciclabili, auto-sanificante e a ricarica rapida.

Pubblicità

Il design è stato curato dal gruppo Italdesign Giugiaro. A rivelarlo è stato il presidente del Polo Meccatronica Valley, Antonello Mineo, durante la firma, a Termini Imerese, di un protocollo d’intesa col Comune per progetti condivisi all’interno dell’incubatore, consegnato proprio ieri da Invitalia al Polo che raggruppa 31 imprese, tra cui 5 aziende del Nord (Lombardia, Toscana e Trentino Alto Adige) e 12 start up. 

 «Si tratta del primo progetto di industrializzazione immediata delle tante iniziative che sta sviluppando il Polo Meccatronica Valley», ha detto Mineo davanti al sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri e al sindaco di Termini Imrese Maria Terranova. «L'investimento iniziale è di 5 milioni di euro per la produzione dello scooter attraverso un processo innovativo industria 4.0 - ha aggiunto - Puntiamo ad assumere 20 persone nella fase iniziale. Abbiamo manifestato interesse a un capannone di 5 mila metri quadrati all’interno dello stabilimento ex Blutec». 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA