Notizie locali
Pubblicità

Economia

Unioncamere: richieste competenze digitali per 60% assunzioni

Difficile ricerca per 34,9% profili richiesti

Di Redazione

ROMA, 04 MAR - Quasi il 71% delle aziende nel 2021 ha investito in tecnologie digitali, nuove formule organizzative e nuovi modelli di business: e in questa direzione sono andate le richieste di personale con la domanda di competenze digitali di base per la comunicazione visiva e multimediale per 2,8 milioni di profili professionali ricercati, pari al 60,5% del totale delle entrate previste. Lo si legge nell'indagine 2021 del Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e Anpal, realizzate in collaborazione con il Centro Studi delle Camere di commercio G. Tagliacarne. Le imprese hanno chiesto abilità relative all'utilizzo di linguaggi e metodi matematici e informatici per 2,3 milioni di posizioni (il 50,5%) e capacità di gestione di soluzioni innovative 4.0 per 1,7 milioni di entrate (il 36,4%). Le difficoltà di reperimento del personale adeguato crescono al crescere delle competenze chieste. Per le competenze digitali di base si passa da una difficoltà di reperimento pari al 34,9% nel caso di richiesta della competenza al 37,8% per il grado di importanza elevato; per le capacità matematico-informatiche il gap è anche più ampio (dal 36% al 40,3%), mentre per le competenze 4.0 la difficoltà varia dal 37% al 40,9%.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: