Notizie locali

Cronaca

Covid, Catania invasa da “fantasmi” che chiedono di tornare alla vita

Di Redazione
Pubblicità

Una protesta coreografica, ma sentita in maniera evidente da tutta la città, ma soprattutto da chi soffre da un anno per le limitazioni della pandemia che hanno messo definitivamente in ginocchio le attività commerciali. Nel cuore della movida catanese, tra via Gemmellaro e via Santa Filomena, si è svolta la manifestazione “Fantasmi del Passato” che come si legge dagli striscioni hanno protestato contro le stringenti misure e le limitazioni imposte dalla attuale situazione pandemica, chiedendo un ritorno alla vita.

«Dopo oltre un anno veniamo presi in giro da istituzioni incompetenti che non hanno fatto altro che catapultarci in una rappresentazione fantascientifica della realtà – si legge in una nota - privandoci delle nostre libertà individuali, costringendoci ad una nuova normalità fatta di smart working, delivery, shopping online, social network e informazione pilotata a senso unico».

A protestare i rappresentanti di un movimento composto da esercenti con partite iva, ristoratori, imprenditori, gestori e proprietari di palestre, bar e di tutte quelle categorie che il governo definisce “non essenziali”.

La manifestazione si è svolta in un un luogo simbolo di ritrovo, di socializzazione, di svago come quello racchiuso tra via Santa Filomena e via Gemmellaro, a pochi passi da via Etnea.

Gli organizzatori, senza bandiere, sigle e appartenenze, hanno puntualizzato che si tratta solo del primo atto, a cui seguiranno altre azioni di protesta fino ad un completo ritorno alla normalità.

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pubblicità