Notizie locali
Pubblicità

Gossip

Diletta Leotta compra una casa tutta sua a Catania: «È quella dei mie sogni, tra Etna, città e mare»

La conduttrice etnea prende un appartamento ad Ognina nella costruenda torre Zefiro A

Di Redazione

Diletta Leotta compra casa a Catania. La bella conduttrice catanese, volto di Dazn, che finora quando tornava nella sua città tra un programma tv e una trasmissione radiofonica andava a casa dei genitori, ha deciso di comprare un appartamento. E che appartamento! In realtà la casa ancora non c'è, si trova in un edificio in costruzione, ma la presentatrice etnea si è portata avanti per aver il prima possibile una sua sistemazione nella città dove è nata, dove è cominciata la sua carriera e dove torna sempre volentieri.

Pubblicità

«Ho acquistato la casa dei miei sogni nella mia Catania - ha scritto ieri Diletta Leotta sui suoi profili social postando una foto a corredo della nuova casa - . Tra il mare, la città e l’Etna che si fonde con l’innovazione tecnologica e architettonica di un edificio esclusivo, Zefiro A. Ora non resta che dare forma agli spazi interni».

Zefiro A è una struttura residenziale che verrà realizzata a Ognina, in via Acireale, in base ai più innovativi dettami di architettura bioclimatica e sostenibile, e che si eleverà in verticale per una cinquantina di metri nell’area in cui sono state già demolite vecchie case in condizioni di degrado. Si tratta dunque di un intervento di demolizione e ricostruzione di un fabbricato civile, proprietaria e committente è la Zefiro Holding. Si tratterà di un palazzo o “torre” residenziale destinata certo a divenire uno dei nuovi elementi rappresentativi di Ognina, che si eleverà per 13 piani oltre il piano del parcheggio interrato.

 

 

L’immobile risponderà ai canoni della classe energetica NZEB con un sistema di smorzamento sismico a “massa liquida” basato sull’azione dell’acqua contenuta in due piscine in vetro poste a livello del tetto giardino sommitale. 

L’intervento è stato autorizzato dal Comune in base alla legge sul piano casa del 2010 - come ci hanno confermato dalla direzione Urbanistica - che permette di costruire in altezza riducendo il perimetro del fabbricato preesistente e dunque il consumo di suolo, a condizione di utilizzare le più innovative soluzioni tecniche di ingegneria sostenibile e prevenzione del rischio sismico. In base alla legge sul piano casa è possibile ricostruire in altezza i volumi dei fabbricati demoliti, con l’aggiunta del 35%, in deroga alla previsioni di Prg e alle varie norme vigenti, anche in base alla legge nazionale 120 del 2020 in deroga a distanze e altezze tra i fabbricati. 

 

 

Nella torre ogni piano sarà un unico appartamento , totalmente personalizzabile nella sua organizzazione spaziale, circondato da una panoramica terrazza. Il complesso avrà un' ampia area relax comune, con giardino, SPA e una piscina con corsia regolamentare e zona idromassaggio. Non è ancora dato  sapere quale appartamento ha comprato la bella Diletta.

Una progettazione fondata sui criteri della bioclimatica e l’utilizzo di sistemi a secco sostenibili ed avanzati ad altissime prestazioni consentono all’intero edificio di raggiungere la prestigiosa classe energetica NZEB, ossia consumo quasi zero, con una produzione autonoma di oltre il 99% dell’energia necessaria per le esigenze di climatizzazione.

 

 

Altre due spettacolari piscine in vetro poste a livello del tetto giardino sommitale a 54 metri di altezza fungono anche da smorzatori a massa liquida (liquid mass dumper), conferendo all’intero edificio, insieme con i 4 scultorei pilasti in acciaio e cemento armato fibro rinforzato ad altissima resistenza, una eccellente capacità di resistenza alle sollecitazioni sismiche e confort alle raffiche di vento, secondo modelli già adottati in prestigiosi edifici alti in zone ad alta sismicità del Giappone e della Korea.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: