Notizie locali
Pubblicità

Lo dico

Lungomare Furci Siculo (Me): "Ho visto un'isola felice"

Di Redazione

La stragrande maggioranza delle segnalazioni che facciamo a "Lo dico a La Sicilia" riguardano la denuncia di criticità di degrado e vandalismo distruttivo che colpiscono il patrimonio dei beni ambientali e culturali della nostra città. Siamo circondati e costretti a convivere con quanto prodotto dai cattivi comportamenti di frange di popolazione non capace di percepire il valore dei beni collettivi per farne oggetto di responsabile rispetto ed orgoglio identitario. Siamo anche rassegnati alla latitanza dell'azione di governo della città e alla collocazione a distanza siderale, dal sentire popolare, del posto di regia da cui dovrebbero partire gli interventi necessari al ripristino delle condizioni di vivibilità e di rigenerazione urbanistica. L'appello agli attenti osservatori, che non si arrendono all'assuefazione alle brutture che inficiano il decoro e spesso la bellezza artistica e naturalistica degli spazi urbani, é quello di non demordere e non smettere di denunciare pubblicamente, su questa pagina che il giornale La Sicilia ci mette a disposizione, quanto ci fa soffrire e vorremmo fosse corretto o recuperato. Perché solo insistendo e semplicemente continuando ad esserci, come spina al fianco di chi altolocato inscena torpore e inascolto, potremo fare la differenza e sperare in futuro di ottenere cambiamenti progressisti per il bene della città e il riscatto dei suoi abitanti. Ma se ci capita di godere per la scoperta di qualche rara piccola perla di efficienza amministrativa e di ricreata bellezza, segnaliamolo pure! Perché sono gli esempi positivi che disvelano modi alternativi di vivere i contesti urbani, stimolando confronti tra modelli gestionali e suggerimenti di civile emulazione e sana competizione.
Io ho scoperto, ad esempio, un bellissimo lungomare a Furci Siculo, sulla costa jonica messinese, recentemente restituito dopo un magnifico intervento di riqualificazione.

Pubblicità

Un percorso pedonale, di circa 1 Km. di lunghezza per 4 m. di larghezza, pavimentato da marmette di cemento di colore rosso e reso ameno da un filare continuo di palme Washingtonie, pali di pubblica illuminazione a led, una moltitudine di elementi di arredo quali sedili e cestini portarifiuti differenziati. Fa bene agli occhi e all'animo constatare con quanta attenzione viene gestita la pulizia di questo lungomare e della spiaggia libera sottostante, attrezzata questa di docce, cestini portarifiuti differenziati, servizi igienici chimici e postazioni per il salvataggio.

Ho visto all'opera squadre di ragazzi ingaggiati dal Comune, con magliette azzurre e le attrezzature necessarie, raccogliere dalla spiaggia tutti i materiali estranei. Ho constatato il lindore delle strade interne e la puntualità e l'efficienza con cui viene effettuata la raccolta differenziata casa per casa, ogni mattina. Insomma, ho visto un'isola felice, come dovrebbero essere tutte le città siciliane se amministrate bene, ovvero con coscienza e soprattutto Amore.

Non a caso Furci Siculo per quest'anno 2022 ha conseguito, per l'eccellenza delle acque cristalline e i servizi alla balneazione e all'accoglienza, le ambite Bandiere Blu e Lilla, ricucendo in un continuum di prestigiosa qualità le limitrofe località di Santa Teresa di Riva a sud e di Roccalumera a nord, che analoghi riconoscimenti avevano ottenuto in precedenza.

 

 

 

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA