Notizie locali
Pubblicità

Mondo

Associazione Diplomatici, a Dubai 500 ragazzi tra studio, conoscenza e libertà

L'ottava edizione dell'evento, che è stata la prima in presenza dopo il Covid, ha registrato un numero imponente di ospiti tutti di grande spessore

Di Redazione

Oltre 500 studenti da 142 Paesi del mondo per il Change the World Emirates organizzato da Associazione Diplomatici. Un’ottava edizione, a dir poco speciale, del tradizionale evento che si svolge ogni anno. Non solo perché la prima realizzata in presenza dopo il Covid, ma anche per lo straordinario numero di ospiti, per il loro spessore e per la qualità degli interventi. Il programma, che si fonda sul consolidato progetto didattico dell’Associazione Diplomatici, nata a Catania nel 2000, della simulazione del meccanismo di funzionamento delle Nazioni Unite, ha preso avvio quest’anno all’American University di Dubai con i saluti del ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi che ha inviato un messaggio di augurio al presidente dell’Associazione Claudio Corbino e ai  partecipanti all’evento. All’intervento del ministro è seguito quello di Corbino, che ha ringraziato in particolar modo l'ambasciatore Italiano negli Emirati Arabi Uniti Nicola Lener e il console generale a Dubai Giuseppe Finocchiaro. Corbino si è rivolto ai ragazzi spiegando loro che nelle giornate di lavoro con l'Associazione Diplomatici, non avrebbero trovato verità ma, al contrario, molti dubbi. È il dubbio – ha detto - la strada migliore per la crescita, così come lo studio e la conoscenza sono le chiavi per la libertà. Per questo ciò che l’Associazione intende fare è offrire ai ragazzi è una visione plurima e alternativa di ciò che li circonda. 

Pubblicità

Dopo di lui sono intervenuti l’ambasciatore Lener, il campione  e simbolo del calcio italiano nel mondo Marco Tardelli, la giornalista Myrta Merlino, l’onorevole Ylenia Lucaselli e Salvatore Carrubba, già direttore de Il Sole 24Ore e presidente dell’International Board di Associazione Diplomatici. Come sempre, molto apprezzata dagli studenti la qualità degli interventi degli ospiti e in particolare il forum finale incentrato sulle gesta sportive del grande   Tardelli, Goodwill Ambassador di Associazione Diplomatici, che ha condiviso con i  giovani l’importanza di condurre una vita all’insegna dei valori dello sport. 

L’intenso programma dei lavori è proseguito con due giornate di full immersion presso il Sharjah Research and Technology Park, dove i ragazzi si sono susseguiti nei lavori ONU che si sono conclusi il 14 novembre con l’intervento della vice ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale del governo italiano Marina Sereni. 
Come spesso succede per gli eventi di Associazione Diplomatici, anche il Change the World Emirates si è concluso con il concerto in esclusiva di Francesco De Gregori, che ha ringraziato l’Associazione e il Commissario dell’EXPO per l’ospitalità. Il concerto, infatti, sotto gli auspici del Commissariato italiano di EXPO, si è svolto al Dubai Millenium Amphitheatre, stracolmo dei ragazzi e dei tanti membri della comunità italiana emiratina. L’evento ha entusiasmato il pubblico grazie alla consueta forza della musica di De Gregori di attraversare tutte le generazioni. Grande sorpresa durante i bis. Senza che nessuno ne avesse notizia, infatti, è apparso, chiamato sul palco da De Gregori, Antonello Venditti.

I due hanno cantato insieme Viva l’Italia e Roma Capoccia, mandando in visibilio il pubblico già entusiasta per una grandissima serata di cultura e musica. Non poteva esservi migliore ripartenza per Associazione Diplomatici e per le migliaia e migliaia di ragazzi, tra cui ovviamente centinaia di giovani siciliani, che ne seguono le attività e che si ritroveranno al prossimo appuntamento di New York, dal 20 al 27 marzo 2022, in compagnia del 42° presidente degli Stati Uniti d’America Bill Clinton, che inaugurerà i lavori, e ancora una volta con l’immancabile Francesco De Gregori, che li chiuderà con un concerto. 
 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA