Notizie locali
Pubblicità
Le reliquie del Beato Puglisi ad Aragona

Agrigento

Le reliquie del Beato Puglisi ad Aragona

Di Gaetano Ravanà

Da sabato 7 marzo a domenica 15 marzo Aragona accoglierà il reliquiario con la reliquia del Beato Giuseppe Puglisi. 

Pubblicità

P. Puglisi è il primo sacerdote ucciso dalla mafia, il 15 settembre 1993, giorno del suo compleanno, a distanza di pochi mesi dal grido del Papa Giovanni Paolo II nella Valle dei Templi di Agrigento. Proclamato Beato da Papa Benedetto XVI durante la celebrazione eucaristica a Palermo il 23 maggio 2013. Il reliquiario, che custodisce un frammento della costola di P. Puglisi, proviene dalla Diocesi di Palermo.

Il titolo dell’evento “La sapienza del sorriso e il coraggio della speranza”  richiama gli aspetti caratteristici della personalità di p. Puglisi: il sorriso, col quale si rivolge all’assassino Graviano mentre gli punta la pistola per ucciderlo; sorriso disarmante che resterà impresso nella mente di Graviano e che lo inquieterà per il resto della vita. Il coraggio della speranza perché P. Puglisi ha svolto il suo ministero sacerdotale nel quartiere di Brancaccio, territorio fortemente condizionato dalla mafia, apparentemente senza possibilità di redenzione.

La presenza del reliquiario ad Aragona vuole esprimere grande ammirazione per questo straordinario e coraggioso testimone della fede, e per vedere in lui un esempio di vita per ogni cittadino e ogni cristiano. La funzione dei santi, e quindi anche di P. Puglisi, è quella di condurci a Dio e di indicarci la via affinché il Vangelo diventi processo di liberazione dal male e di promozione dell’uomo.

Sono tante le iniziative programmate: celebrazioni, conferenze, spettacoli per i ragazzi delle scuole, pellegrinaggi.

A partire da sabato 7 marzo quando alle ore 17.30 in piazza Municipio tutta la comunità (con le autorità religiose, civili e militari, ragazzi delle scuole) accoglierà il reliquiario per accompagnarlo e in processione alla chiesa del Rosario per la celebrazione della Messa. Il reliquiario rimarrà al Rosario fino a mezzogiorno di domenica 8 marzo. Da qui, con una breve processione, verrà portato in Chiesa Madre, dove vi rimarrà fino alla domenica 15 marzo.

Da domenica pomeriggio a domenica 15 marzo le reliquie verranno esposte alla pubblica venerazione in Chiesa Madre, ogni giorno dalle ore 7 alle ore 22.

I gruppi che desiderano fare pellegrinaggi, sono pregati di avvisare in anticipo per organizzare al meglio l’accoglienza. Contatti: Graziella Spirio 320 6487850, don Angelo 328 6552659.

Durante la giornata gruppi di volontari cureranno l’accoglienza dei pellegrini.

 

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: