Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Resta sotto sequestro il residence dei vip in costruzione a ridosso di Scala dei Turchi

Il Tribunale di Agrigento ha respinto il ricorso della Co. Ma. Er
Di Fabio Russello

AGRIGENTO - Il Tribunale del Riesame di Agrigento ha deciso che il «Borgo Scala dei Turchi» deve restare sotto sequestro. Il presidente Luisa Turco ha infatti respinto la richiesta della “Co. Ma. Er”, la società di Siracusa che aveva iniziato i lavori per realizzare un villaggio dei vip proprio sul promontorio della Scala dei Turchi. Era stato il Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, nell'agosto scorso, su richiesta del procuratore capo Renato Di Natale, dell'aggiunto Ignazio Fonzo e del sostituto procuratore Antonella Pandolfi a firmare il provvedimento con il quale si provvedeva al sequestro. La Procura di Agrigento infati dopo accurate indagini avrebbe accertato che il progetto avrebbe dovuto portare alla costruzione del complesso di villette con tanto di piscine a ridosso dalla scogliera di marna bianca, il tutto «in una situazione di totale illegalità», per una serie di difformità rispetto alle autorizzazioni, violazioni di norme e vincoli, ed anche e soprattutto perché dal lontano 1991 una legge avrebbe vietato a tutela del sito, di realizzare ogni tipo di opera edilizia. Circostanza che il Tribunale del Riesame ha ravvisato nel confermare il sequestro.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA