Notizie locali
Pubblicità

Archivio

Crocetta: lobby e interessi per far fuori l'assessore

Di Redazione

PALERMO - Un attacco in atto «da parte di lobby» e di «un sistema di potere vecchio» che «sta facendo di tutto per fare fuori Lucia Borsellino» perché «dà fastidio in quanto sta facendo piazza pulita di grumi radicati nel sistema della sanità, sta rivoltando il settore, mettendo a nudo scandali e gestioni allegre». Ne è convinto il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, che ancora una volta fa quadrato attorno all'assessore dopo che le opposizioni all'Ars hanno annunciato una mozione di censura nei confronti della responsabile della Sanità in Sicilia, finità nell'occhio del ciclone dopo il caso Nicole e altri presunti casi di malasanità.   «Quanto sta avvenendo nella sanità non è certo casuale, solo un ingenuo può pensarlo - dice Crocetta - Al di là della drammatica vicenda della piccola Nicole su cui indagano le Procure e la Regione, si stanno susseguendo una serie di fatti e ogni occasione è buona per lanciare bordate contro Lucia». Per il governatore «l'assessore è al centro di un attacco violento, perché finalmente questo governo sta mettendo ordine nella sanità ridotta allo stremo da un certo sistema politico, di potere e clientelare. Noi non solo abbiamo messo a posto i conti, tagliando gli sprechi e denunciando le anomalie, ma stiamo migliorando i servizi per i cittadini».

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: