Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Caltanissetta, Sansonetti condannato per diffamazione Di Matteo

Di Redazione

PALERMO - Il Tribunale di Caltanissetta ha condannato il giornalista Piero Sansonetti per aver diffamato, con un articolo pubblicato il 28 settembre 2014 dal quotidiano "Cronache del Garantista", il procuratore di Palermo Nino Di Matteo. Il giornalista dovrà risarcire 50mila euro al magistrato.

Pubblicità

Nell’articolo dal titolo «La rozza aggressione del pm contro De Mita», il direttore Sansonetti, raccontando l’interrogatorio del 25 settembre 2014 dell’onorevole Ciriaco De Mita nel corso del processo sulla trattativa Stato-mafia scrisse: «il procuratore Di Matteo a un certo momento ha iniziato a rimproverarlo, in modo minaccioso e intimidatorio» ed anche: "gridava come uno sbirro asburgico». Nella sentenza di condanna il giudice ha ritenuto che «le espressioni utilizzate dal giornalista, fin dal titolo, sono in grado di proiettare nella mente del lettore la perpetrazione di un’aggressione verbale e l’utilizzo di toni intimidatori da parte del pubblico ministero ai danni del teste». «Sia dalla trascrizione di udienza, che in misura maggiore e dirimente, dall’ascolto dell’audio dell’esame del teste, ci si avvede invece che i toni utilizzati dal procuratore Di Matteo rimangono pacati e non trascendono per tutto l’espletamento della prova», aggiunge il magistrato che definisce «alcune espressioni adoperate dal giornalista immotivatamente denigratorie e del tutto esorbitanti dalla forma civile della critica». 

COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: