Notizie locali
Pubblicità

Caltanissetta

Mussomeli, il "sogno" di Nigrelli: vecchie case disabitate cedute a 1 euro

Di Roberto Mistretta

Mussomeli (Caltanissetta) - Si insedierà ufficialmente martedì prossimo il nuovo assessore ai Lavori pubblici e Urbanistica della Giunta Catania, in sostituzione del dimissionario Giuseppe Mancuso. Stiamo parlando del trentenne Toti Nigrelli che manterrà anche la carica di consigliere comunale e come primo progetto si impegnerà a concretizzare un sogno a cui tiene molto: cedere ad 1 euro le vecchie case disabitate se non del tutto abbandonate, per cominciare sul serio il recupero del centro storico che continua a cadere a pezzi e, come abbiamo più volte scritto, viene lasciato in stato di pressoché totale abbandono.

Pubblicità

Nel gennaio di due anni fa, Toti Nigrelli, nella sua funzione di consigliere della passata legislatura, elaborò infatti motu proprio, un articolato regolamento che pochi mesi dopo, fu approvato all’unanimità dal Consiglio comunale.

Sentito ieri in merito, Nigrelli ha confermato: «La proposta nacque sulle orme del progetto portato avanti dal sindaco di Gangi che nel giro di poche settimane acquisì circa 1.000 manifestazioni di interesse da tutta Italia, per una decina di immobili messi a disposizione nel suo Comune madonita. Attualmente il Comune di Mussomeli ha moltissime proposte di cessione gratuita di immobili, ricadenti nel centro storico. Promuovendo e pubblicizzando questo progetto, sono convinto che le volontà dei proprietari, i quali vogliono cedere i propri beni immobili, verranno soddisfatte nel giro di qualche settimana. Non solo: il regolamento, obbligando i nuovi acquirenti a ristrutturare gli immobili vetusti, darebbe una spinta all'edilizia locale, per non parlare dei benefici che questi nuovi insediamenti abitativi arrecherebbero al centro storico. Il Comune di Mussomeli dovrà fungere da garante e mediatore, semplificando e razionalizzando il processo di compravendita tra le parti. Tutto questo processo verrà semplificato grazie ad un sistema informatico online, un sito internet già realizzato e che metterò gratuitamente a disposizione del nostro Comune nel quale verranno presentati gli immobili in maniera professionale: georeferenziazione su Google maps, scheda tecnica, foto, video e descrizione dell'immobile. Una novità assoluta in Italia anche se, ovviamente andrà riorganizzato l’assetto del mio assessorato».

Il regolamento per l’assegnazione agevolata di immobili ricadenti nel territorio comunale, si compone di 10 articoli e come già detto, fu approvato all’unanimità nell’aprile del 2015, anche se da allora, al pari di altri regolamenti, è rimasto lettera morta. E chi dovesse comperare tali case ad 1 euro, potrebbe avvalersi di un mutuo agevolatissimo fino a 300.000 euro per la ristrutturazione.

Pubblicità
COPYRIGHT LASICILIA.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA
Di più su questi argomenti: